Moto3, Fausto Gresini ingaggia Jeremy Alcoba

Il pilota catalano, attuale leader del CEV Moto3, affiancherà Gabriel Rodrigo in sostituzione di Riccardo Rossi

E' stato ufficializzato l'ingaggio di Jeremy Alcoba da parte del team Team Kömmerling Gresini Moto3: il pilota catalano, attuale leader del CEV nella entry class e lanciato verso il titolo spagnolo con la Husqvarna del team Laglisse, correrà nel Motomondiale 2020 con i colori della squadra italiana capitanata da Fausto Gresini.

Alcoba, che ha al suo attivo due quarti posti nel Campionato iberico (2017 e 2018), ha già preso parte cinque appuntamenti Mondiali in qualità di wild card: a Silverstone è riuscito a conquistare anche due punti come sostituto dell'infortunato Gabriel Rodrigo, il pilota che affiancherà nel corso della prossima stagione in sella ad una Honda NSF250RW. Jeremy scenderà in pista con il numero 52 e prenderà il posto di Riccardo Rossi, che quest'anno non è riuscito a mantenere le aspettative.

Jeremy Alcoba: “Vorrei innanzitutto ringraziare chi ha reso possibile questo mio sogno, quindi Gresini e Monlau. La mia idea è imparare il più possibile dalla mia squadra e dal mio compagno di box Rodrigo che sarà certamente tra i piloti da battere e candidato al mondiale. Spero di migliorare con costanza Gran Premio dopo Gran Premio. Ovviamente saranno importantissimi i test invernali per conoscere meglio la moto, ma se devo fare una lista di obiettivi: voglio senza dubbio cadere poco, essere regolare e centrare la zona punti il più possibile, puntando alla top10”.

Fausto Gresini, Team Manager: “Jeremy è un pilota molto interessante, giovanissimo, ma già con un’esperienza importante nel Campionato spagnolo. Devo dire che mi ha impressionato molto in questa stagione sia in Austria che a Silverstone per dedizione e freddezza e credo molto nelle sue potenzialità. Arrivare su due piste sconosciute e girare subito su tempi competitivi, andando addirittura a punti in un’occasione, non è da tutti. Affiancherà Rodrigo e sono convinto che potrà fare molto bene già nella sua prima stagione”.

  • shares
  • Mail