Test Misano, svetta Quartararo: "Giro fantastico!"

Il talento francese del team Petronas Yamaha sfiora il record della pista in Romagna: "E adesso non vedo l'ora che arrivi il weekend di gare..."

Ritrovare Fabio Quartararo in cima alla classifica dei tempi della MotoGP sta diventando ormai un'abitudine, e questo la dice già lunga sul clamoroso impatto che il 20enne rookie francese ha avuto su tutto l'ambiente in questo suo anno di debutto nella Premier Class.

Anche nella "due-giorni" di test di Misano Adriatico, infatti, lo stratosferico talento del team Petronas SRT Yamaha ha ulteriormente ribadito il suo "stato di grazia" conquistando il miglior crono in entrambe le giornate. Il suo best lap, fatto segnare negli ultimissimi minuti del Day-2, è stato un fantastico 1:31.639 che lo ha proiettato a soli 10 millesimi dal record della pista, ovvero la pole 2018 firmata da Jorge Lorenzo con Ducati.

Dopo il suo ennesimo exploit, con il quale ha distanziato di oltre 4 decimi tutta la concorrenza alla sua "prima uscita" con una MotoGP a Misano, Quartararò si è detto impaziente di tornare "a fare sul serio" a metà Settembre nel il GP di San Marino e della Riviera di Rimini, in programma sul medesimo tracciato romagnolo:

"Adesso che abbiamo visto di poter essere davvero veloci qui, non vedo l'ora che arrivi il fine settimana di Misano. I tempi del test non saranno di grande riferimento in vista della gara perché i livelli di grip in pista saranno molto diversi tra qualche settimana, ma sono riuscito a fare un giro fantastico e ho un buon passo."

"E questa volta arriveremo al fine settimana della corsa con oltre 150 giri appena sulla stessa pista, prima ancora di iniziare il primo turno di libere..."

Nella "due-giorni" di collaudi in riva all'Adriatico, Quartararo e i suoi uomini hanno lavorato molto in vista dell'appuntamento con il prossimo GP della stagione, un'occasione decisamente ghiotta per provare a conquistare la prima vittoria in MotoGP anche alla luce degli eccellenti riscontri ricevuti da Yamaha in questo test:

"Abbiamo provato qualche nuovo settaggio sull'anteriore e i riscontri sono stati davvero buoni, il che è positivo perché a Misano si frena tanto sul lato della gomma, a moto inclinata, ed è importante ricevere un buon feedback dalla moto."

"Nel secondo giorno non abbiamo fatto così tanti giri quanti ne avevamo fatti nel primo giorno, ma abbiamo comunque individuato diverse cose che potrebbero tornarci molto utili per la gara..."

  • shares
  • Mail