Yamaha CP3, la XSR 900 di JvB Moto

JvB Moto svilupperà anche un kit per permettere ai clienti di trasformare la propria XSR 900 replicando la CP3

Da ormai molti anni Yamaha ha lanciato Yard Built, il programma di customizzazione incentrato sulla gamma Soft Heritage che porta i più celebri preparatori a sfidarsi tra loro a colpi di special. Uno degli ultimi progetti Yard Built ha visto il marchio giapponese collaborare nuovamente con Jens vom Brauck, elaboratore tedesco fondatore di JvB Moto. Negli anni recenti Jens aveva già messo le mani sulle moto dei Tre Diapason: dalle officine di Colonia sono già uscite la Infrared, una VMAX progettata per celebrare il 30° anniversario della cruiser giapponese (2015) e la Super 7, una dei primi custom su base XSR 700.

Quattro anni più tardi JvB Moto ha presentato la CP3, una special su base XSR 900 che al Cafè Racer Festival ha ricevuto il premio di miglior special dell'evento. "L'influenza retrò si nota soprattutto nelle linee e nelle proporzioni" ha spigato Jens "Sono un grande fan delle concept cars degli anni '70 e '80 e proprio da queste ho tratto l'ispirazione per questo progetto. La moto ha un look pulito e minimalista, sembra molto più un concept rispetto ad altre custom".

Nella sua livrea scura la CP3 sfoggia modifiche radicali e accorgimenti nella componentistica, come i cerchi in carbonio "vestiti" con Pirelli Super Corsa, l'impianto frenante Behringer e le pedane Lightech. Il propulsore da 850 cc è rimasto lo stesso della versione originale, ma è stato equipaggiato con un impianto di scarico Termignoni che esalta il sound del tricilindrico di Iwata.

JvB Moto sta sviluppando un kit per la grande distribuzione che permetta ai clienti Yamaha di personalizzare la propria XSR 900 replicando la CP3: la sua commercializzazione è prevista per il 2020 e comprende tutte le sovrastrutture e gli accessori per trasformare la naked neo-retrò di Iwata in una special esclusiva.

  • shares
  • Mail