Moto3: Bulega KO, Vietti Ramus debutta a Motegi

Un incidente domestico mette fuori causa l'emiliano per la trasferta in Giappone, al suo posto debutterà il talento che lo sostituirà nel 2019.

Brutta notizia per Nicolò Bulega alla vigilia del suo 19° compleanno, che cadrà domani. A causa di un piccolo "incidente domestico" per il quale è già stato sottoposto a un intervento chirurgico a due tendini della mano destra, il 18enne pilota di Montecchio Emilia non potrà infatti prendere parte al GP del Giappone di questo weekend, lasciando "in forse" anche la sua partecipazione al successivo round di Phillip Island.

Lo Sky Racing Team VR46 ha comunque già comunicato il nome di quello che sarà il suo sostituto, Celestino Vietti Ramus pilota per altro già ingaggiato dal team per correre in Moto3 nel 2019 al posto stesso Bulega, a sua volta "promosso" in Moto2.

Nicolò Bulega si è detto ovviamente dispiaciuto di poter scendere in pista nell'appuntamento del Twin Ring Motegi, confermando di aver preso a malincuore la decisione dopo essersi consultato con il suo entourage:

"Purtroppo, a causa di un infortunio domestico, sono stato costretto a sottopormi a un piccolo intervento chirurgico per saturare alcuni tendini della mano. Per evitare complicazioni e recuperare in tempi brevi, i medici mi hanno consigliato assoluto riposo, motivo per cui salterò la gara a Motegi e molto probabilmente anche in Australia."

"È un vero peccato perché in Thailandia, abbiamo chiuso il weekend in maniera positiva con una P7 come risultato finale. Le sensazioni erano buone e potevamo terminare la stagione in crescendo. Faccio un grande in bocca al lupo a Celestino per il suo debutto nel Motomondiale, sarà un'esperienza straordinaria."

Dal canto suo, il 17enne piemontese Celestino Vietti Ramus esordirà quindi ufficialmente nel Motomondiale, con qualche mese di anticipo rispetto a quanto pianificato. Il suo obiettivo sarà di fare il meglio possibile sfruttando l'esperienza maturata nelle ultime due stagioni nella Moto3 del CEV con lo Sky VR46 Junior Team:

"Sostituire un pilota causa infortunio è sempre qualcosa che lascia un po’ di amaro in bocca e auguro a Nicolò di recuperare quanto prima dal suo infortunio. Allo stesso tempo però, per me che arrivo da un Campionato inferiore e che non ho mai corso nel Mondiale, questa è una grande opportunità per iniziare a conoscere il Team con cui gareggerò il prossimo anno e prendere confidenza con una di quelle piste che sarebbero state sconosciute."

"So che mi aspetta molto lavoro, sarà un salto davvero impegnativo e lavorerò per fare quanta più esperienza possibile."

  • shares
  • Mail