SBK Magny-Cours pagelle. Rea-record. Chi lo ferma più?

Superbike, Magny-Cours, le pagelle di Massimo Falcioni.

SBK Magny-Cours pagelle. Rea-record. Chi lo ferma più?
La Gara: voto 7-. Non c’è storia, non c’è corsa. Colpa di Rea e della sua “Verdona”? Non scherziamo. Jonathan fa brillare una SBK al moccolo. Colpa di tutti e quindi di nessuno? Lavilla cerca capri espiatori. Dorna, se ci sei batti un colpo. Niente.

Rea: voto 10+. Non sbaglia un colpo. Non perdona. Non fa prigionieri. La “Verdona” (voto 10) è tutta sua. Anche il campionato, anche il quarto titolo, uno in fila all’altro. Da record. Anzi di più.

Davies: voto 8+. Almeno ci prova e spreme la Rossa (voto 9) come può, con la spalla malandata e sapendo che la “lepre” (anzi il “cannibale”) è imprendibile. Tempi duri.

SBK Magny-Cours pagelle. Rea-record. Chi lo ferma più?

Sykes: voto 8-. Un podio lo rimedia in Gara 1 e in Gara 2 beffa Melandri. Lo smalto di Tom resta ma la ruggine avanza. Oscurato, anzi annullato, da Rea. Futuro da comprimario.

Melandri: voto 7+. Ci crede ma non ci crede e guida da disoccupato, forte per farsi vedere e meno forte perché sa non è dal risultato in pista che arriva la buona novella. Futuro incerto. O peggio.

Van der Mark: voto 9-. E’ senza forse il più tosto dopo Rea, in crescita come la sua Yamaha (voto 9-). Peccato per lui che corre contro un “alieno”. Buon per lui, invece, che ha oscurato il compagno di squadra.

Savadori: voto 8 Insiste e fa bene riuscendo a non farsi disarcionare dall’Aprilia (voto 8-) che più di così non va. Un italiano su cui insistere dandogli certezze che però non si vedono. Mai mollare.

Laverty: voto 6-. Round con la nebbia, anzi due corse da tunnel. Pesa l’incertezza del futuro. Ma, così, quale futuro? Ai posteri l’ardua sentenza. No buono.

sbk magny cours pole sykes

Lowes: voto 5. I bei tempi andati sono un lontano ricordo. Classica promessa mancata? Il compagno di squadra lo ha mortificato. Anzi, peggio. O resuscita o rientra nei ranghi, da “privat”.

Baz: 6+. E’ lui il privato (di lusso?) che ce la mette tutta sempre convinto di potercela fare. Fare cosa? Un giro di gloria, un posto nella top ten, più sotto possibile. Bel manico.

Fores: voto 8+. Tosto e serio, sempre impiccato come fosse l’ultima corsa della vita. Va forte e rischia. Anche di rimanere senza una sella “giusta”. E’ la SBK, bellezza! Dai!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail