Moto2, Locatelli: "Italtrans ha creduto in me, li voglio ripagare!"

Il giovane bergamasco ha fatto il salto di categoria con una squadra della propria terra, il team Italtrans Racing: nel 2017 questo binomio tutto italiano ha tutte le carte in regola per prendersi belle soddisfazioni

locatelli_moto2.jpg

Con l'inizio del Campionato del Mondo Moto2, a difendere i colori italiani ci sarà anche Andrea Locatelli, giovane promessa del motociclismo italiano classe 1996. Dopo quattro stagioni in Moto3 il talento di Alzano Lombardo ha optato per fare il grande salto tra le 600 cc, con una moto del conterraneo team Italtrans Racing:

"Ricordo ancora quando il mio manager mi ha chiamato per dirmi che dovevamo andare a parlare con i proprietari del team; per me è stato un sogno. Quando nel 2014 fui invitato da SKY a commentare le prove della Moto2, alla domanda su quale fosse il mio sogno da debuttante risposi che era quello di correre in quella categoria con Italtrans perché, appunto, era la squadra della mia terra"

Un bergamasco in una squadra bergamasca, un binomio tutto tricolore che con una Kalex a disposizione può far vedere ottime cose: considerata la stazza del "Loca", le quadricilindriche da 600 cc sono certamente moto a lui più adatte rispetto alle piccole duemmezzo a 4T:

"La Moto2 è sempre stata la classe dove volevo arrivare il prima possibile, la Moto3 era per me diventata troppo piccola per via del peso e pertanto volevo poter passare al prima possibile; grazie ai buoni risultati ottenuti la passata stagione mi si è aperta la porta di Italtrans, squadra della mia terra e uno dei top team della categoria"

"Mi ha colpito molto il fatto che con questa moto posso davvero guidare come voglio senza dover sacrificare lo stile come dovevo fare in Moto3 per via della statura, la moto ti permette di andar forte da solo senza dover trovare la scia o il gruppo, che tra le altre cose non è mai stato il mio forte; a me piace spingere senza riferimenti"

I presupposti per fare bene ci sono tutti, ma Andrea preferisce tenere un profilo basso. L'obbiettivo di questa stagione sarà principalmente quello di fare esperienza e imparare i segreti della nuova categoria:

"In questa stagione non mi pongo un obiettivo se non quello di fare esperienza e crescere gara per gara; sono certo che potremo già toglierci delle buone soddisfazioni, la mia squadra mi sta aiutando molto. Italtrans ha creduto in me, mi ha voluto e dato un contratto pluriennale ed io voglio ripagarli al meglio!"

locatelli_moto2.jpeg

  • shares
  • Mail