Jorge Lorenzo: "Mi sento in forma e pronto per Phillip Island"

"Sarà importante verificare se la moto andrà forte anche qui, dopo la buona prestazione in Malesia"

lorenzo_phillip_island.jpg
Il numero uno sulla carena, Jorge Lorenzo, non ha voluto metterlo in vista del 2016, ma sicuramente l'impatto del maiorchino negli ultimi test di Sepang è stato da vero e proprio campione del mondo. Un vero e proprio dominio in termini prestazionali che ha mostrato lo stato di forma del portacolori di Iwata e che ha instillato una profonda fiducia in vista della stagione 2016.

Chiaro, si parla finora di test e di prove, quindi i tempi e le prestazioni lasciano il tempo che provano, ma quelle prime prove erano state fondamentali per capire la strada intrapresa da Yamaha in una stagione che porterà molte variabili tecniche con l'introduzione delle Michelin e della nuova elettronica unica di Magneti Marelli.


Timori e pensieri che in Malesia avevano fatto propendere la casa di Iwata a portare due tipologie di moto: una bassa e lunga ed una alta e corta. L'obiettivo conclamato è uno: riuscire a sfruttare il grande grip al posteriore della Michelin, migliorare la stabilità in percorrenza con l'anteriore e sincronizzare al meglio la nuova elettronica. Il maiorchino, durante le prime prove, è sembrato soddisfatto dell'esemplare dotato del serbatoio sul codone. Ora arriva la prova del nove, la cartina di tornasole su un circuito come Phillip Island, veloce, con tante curve in appoggio e con un asfalto particolarmente abrasivo.
lorenzo-sepang2016_3.jpg
"Non vedo l'ora di provare qui a Phillip Island - ha detto il maiorchino a Motogp.com - sopratutto in questo periodo dove ci sono temperature più calde. E' importante verificare se la moto andrà forte anche qui, dopo la buona prestazione in Malesia. Sarà anche un test importante per gli pneumatici su di una pista dove solitamente la mescola deve lavorare molto. Da parte mia, sono pronto a continuare quanto iniziato e lavorare ancor più duramente per capire ancor di più la moto ,l'elettronica e le gomme. Dovremo vedere se saremo in grado di far progredire lo sviluppo della moto nella maniera corretta.

Mi sento molto bene e mi sto preparando mentalmente e fisicamente per la prossima stagione, che sarà di sicuro dura come quella appena passata. Nonostante i buoni risultati che abbiamo ottenuto a Sepang, è fondamentale mantenere la calma e tenere i piedi per terra, perchè in questo sport ogni giorni è duro e le cose possono cambiare in fretta"

  • shares
  • Mail