Dakar 2016 Tappa 10: vince Svitko. Price resta leader [Foto e Video]

Piogge torrenziali alla partenza, quasi 50 gradi all'ombra durante il percorso e nuovamente un nubifragio prima dell'arrivo, che ha fatto accorciare la Tappa 10. E' la Dakar 2016 che prosegue, tra dune, caldo e difficoltà di navigazione.

Seconda parte della tappa marathon, quella di oggi della Dakar 2016, da Fiambalà a La Rioja. E' la frazione numero dieci della corsa, il cui menù presenta i soliti piatti: caldo e difficoltà di navigazione messi a contorno dei 561 km complessivi, divisi quasi perfettamente tra trasferimento (283 km) e speciale (278 km), con quest'ultima che comprende il tratto di dune più lungo della storia della gara.

Dopo l'ormai immancabile ritardo nella partenza, questa volta causato dall'innalzamento di alcuni corsi d'acqua per le violente piogge della notte, parte per primo Price, in virtù della vittoria nella tappa di ieri.

A lui il compito di fare da apripista, senza quindi poter seguire alcuna traccia lasciata da chi lo ha preceduto, con un clima che, grazie ai quasi 50 gradi all'ombra, sembra molto più sahariano che sudamericano ma, d'altronde, la corsa non si chiama Dakar a caso.

L'australiano sceglie la classica “rotta che non ti aspetti” e, anche se gli avversari a lui più vicini in classifica lo marcano stretto, seguendo le orme che il pilota della KTM lascia sullo sterrato argentino, il canguro brucia tutti e passa al CP1 con il miglior tempo.

Ma la tappa è lunga ed il leader di classifica, così come anche Goncalves (Honda), va per margherite. Ad approfittarne è il pilota privato “di lusso”, Svitko (KTM), che si invola, seguito da Benavides (Honda).

Finale di tappa "quasi" scontato, con l'immancabile accorciamento del percorso dato dall'onnipresente maltempo. Un nubifragio abbattutosi sul versante nord della Sierra de Velasco, manco a farlo apposta esattamente lungo il tracciato della speciale, convince la direzione gara a ridurre di una trentina di chilometri la tappa odierna.

quintanilla-tappa10

Svitko entra così nella storia della Dakar con la sua prima vittoria di tappa, davanti a Benavides, staccato di 2'54”. Al terzo posto, a 5'47” dallo slovacco, Toby Price, che precede Goncalves (Honda), giunto con 6'01” di ritardo e Meo (KTM), transitato a +7'43”.

La top 10 si completa con il sesto posto di Quintanilla (Husqvarna, +9'55”), il settimo di Rodrigues (Yamaha, + 12'02”), l'ottavo di Brabec (Honda, +13'47”), il nono di Van Beveren (Yamaha, + 18'01”) ed il decimo di Farres Guell (KTM, +26'46”).

Tra gli italiani nei primi 50 troviamo Cerutti, tredicesimo a 31'19”. Seguono Ceci (24°), Lucchese (36°) e Metelli, 48°. Alessandro Botturi figura al momento fuori classifica. Al CP3 era transitato con oltre quattro ore di ritardo. La Dakar del più titolato dei nostri rider non è iniziata bene e sta purtroppo continuando peggio.

Mancano tre tappe alla fine della corsa e Toby Price inizia ad immaginare la visuale che si gode dal gradino più alto del podio di Rosario, ma la Dakar non è gara da “braccino” o da troppi conti. Domani è un altro giorno ed ogni volta è come ricominciare da capo o quasi.

Dakar 2016 Tappa 10 | Classifica generale moto


1. Toby Price - KTM - 34h49'04"
2. Stefan Svitko - KTM - +23'12"
3. Pablo Quintanilla - Husqvarna - +42'49"
4. Antoine Meo - KTM - +44'04"
5. Kevin Benavides - Honda - +45'10"
6. Helder Rodrigues - Yamaha - +56'17"
7. Ricky Brabec - Honda - +1h12'08"
8. Paulo Goncalves - Honda - 1h14'45"
9. Gerard Farres Guell - KTM - +1h15'09"
10. Adrien Van Beveren - Yamaha - +1h21'55"

Tutte le tappe

Tappa 9
Tappa 8
Tappa 7
Tappa 6
Tappa 5
Tappa 4
Tappa 3
Tappa 2
Tappa 1

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail