Asaps chiede a Vale un appello pubblico alla prudenza dei bikers

Week end con 14 incidenti gravi e bikers coinvolti. Asaps chiede a Valentino Rossi un appello pubblico alla prudenza.

È stato un fine settimana da ricordare per i trionfi del motociclismo italiano, a partire dalla vittoria di Valentino Rossi in Inghilterra. Sulle strade di casa invece la moto è stata protagonista in negativo di questo weekend di fine agosto,

valentino-rossi-2015-2.jpg

Secondo i dati raccolti l’osservatorio Asaps negli stessi tre giorni del Gran Premio inglese gli incidenti mortali con moto coinvolte sono stati 13 con 14 vittime, in un quadro generale di un'estate che ha fatto segnare preoccupanti dati negativi per i motociclisti e più in generale per quanto riguarda gli scontri ed i sinistri con tutti i mezzi di trasporto.

asaps.jpg  Dopo aver reso pubblici i dati di questa scia di sangue, l'Asaps (Associazione Sostenitori e Amici Polizia Stradale) ha fatto un appello proprio a Valentino Rossi ed altri campioni nazionali in vista del prossimo gran premio di Misano per provare a sensibilizzare i motociclisti alla prudenza, sperando che personaggi così in vista siano ascoltati.

In attesa della apposita legge molti omicidi della strada rimangono impuniti, la pista invece è un posto molto più sicuro della strada perché lì ci sono i campioni veri e soprattutto ci sono regole certe e fatte rispettare, nella strada ci sono sempre anche gli altri che vengono pure in senso contrario o si immettono da strade laterali. Sulla strada a volte basta muoversi a 70 - 80 km/h e non a 300 come nella MotoGP per creare una tragedia.

  • shares
  • Mail