Quadro4 a EICMA 2014

A Quadro Vehicles non bastava aver stupito con il rivoluzionario tre ruote 350S. Seguendo la politica aziendale, orientata verso “motoveicoli con tre o più ruote” ecco che arriva a EICMA Quadro4. Durante il Salone l’azienda effettua test dimostrativi per mostrarne le incredibili capacità.

Il primo scooter a quattro ruote è prodotto dall’azienda di Riccardo Marabese

Non chiamatelo scooter. Nemmeno chi detesta questa categoria di veicoli, potrà rimanere indifferente di fronte al nuovo quattro ruote dell’azienda Quadro di Riccardo Marabese. Così come avvenuto con Quadro S, anche questo veicolo ha tutte le carte in regola per essere apprezzato tanto dai motociclisti radicali quanto dagli automobilisti che cercano un mezzo sicuro ma agile nel traffico e in grado di offrire un livello di comfort elevato in tutte le stagioni dell’anno.

Già da fermo conquista un primato, quello del primo e unico scooter al mondo con 4 ruote e con questa premessa si appresta a sconvolgere le regole della mobilità. Quadro4 rappresenta per l’azienda elvetica la naturale evoluzione del sempre attuale Quadro S, che per il 2015 si aggiorna con la nuova colorazione Titanium Grey. Segue naturalmente la filosofia aziendale che, come già verificato ai tempi della presentazione del tre ruote, non punta a entrare nell’affollato settore degli scooter, più o meno maxi, ma semmai si differenzia perché parte da un numero minimo di ruote pari a tre.

L’avantreno è dotato, come sul Quadro S, di tecnologia HTS (Hydraulic Tilting System), il sistema di sospensioni che consente allo scooter di inclinarsi fino a 45° e che ovviamente sul Quadro4 è esteso anche al retrotreno. Questo dispositivo permette un contenimento del peso complessivo dello scooter e l’abbassamento del baricentro, rendendo il mezzo più maneggevole e facile da condurre per il neofita, mentre l’utente più esperto riuscirà ad apprezzarne le doti dinamiche e le prestazioni.

I cerchi sono da 14” e calzano pneumatici 110/80 su entrambi gli assi. L’impianto frenante è composto da quattro dischi da 240 mm, in grado di far arrestare lo scooter anche su terreni sconnessi, dove il Quadro4 è sicuramente più a suo agio dei suoi colleghi a due ruote, sempre grazie al sistema HTS. Non c’è l’ABS ma da quanto verificato con il modello a tre ruote non se ne dovrebbe sentire la mancanza. Il Quadro4 è dotato di leva del blocco del pendolamento, da utilizzare a veicolo fermo, attivabile indipendentemente dal freno di parcheggio, consentendo in questo modo di bloccare il sistema HTS e spostare lo scooter in fase di parcheggio. Il freno di stazionamento invece, la cui leva è posizionata sul lato destro all’interno dello scudo, permette il blocco integrale dello scooter per soste prolungate.

Il motore raffreddato a liquido ha la stessa cilindrata di 346 cc del Quadro S ma in realtà è stato totalmente riprogettato per questo veicolo con l’intento di dedicare a questo nuovo scooter un propulsore altrettanto innovativo, posizionato centralmente sul veicolo e con distribuzione della potenza sulle due ruote tramite un differenziale integrato. Sviluppa 30 CV a 7.000 giri e 28,8 Nm di coppia a 5.000 giri, rispettivamente 3 CV e 4,3 Nm in più del QuadroS, oltretutto a un regime inferiore di 500 giri in entrambi i casi. Il serbatoio carburante ha una capacità 15 litri, due in più del Quadro S, per garantire un’autonomia di circa 300 km con un pieno di benzina.

Il comfort è sicuramente uno degli obiettivi dell’azienda di Marabese. Quadro4 è dotato di ampia doppia sella, mentre lo spazio a disposizione per la gambe del guidatore, come già da noi riscontrato su QuadroS, è più che soddisfacente per tutte le taglie.

Tra le dotazioni, il vano sottosella può contenere un casco integrale e alloggia una presa a 12 volt per collegare i dispositivi elettronici. Nel vano anteriore è presente una seconda presa di corrente per alimentare anche accessori dedicati alla guida, come il GPS. Un secondo vano, più piccolo, è l’ideale per riporre piccoli oggetti o documenti. Decisamente ben realizzata è la strumentazione dal look automobilistico, dotata di display LCD.

Tra gli accessori opzionali ci sono il bauletto da 48 litri, in grado di stivare due caschi integrali, con guscio superiore in tinta con la carrozzeria, lo schienalino per il passeggero, la coperta coprigambe su misura, il parabrezza regolabile, le manopole e perfino la sella riscaldabili. Non manca una scelta di pneumatici invernali M+S.

Quadro4, che in Europa si guida anche con la patente B, essendo classificato come quadriciclo, sarà disponibile a partire dalla primavera del 2015 in quattro colorazioni: Swiss Red, Titanium Grey, Snow White e Raw Black.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: