Test MotoGP Montmelò: Suzuki al lavoro sull'elettronica

La Moto2 è scesa in pista al Montmelò per una giornata di test nella quale sono scese in pista anche la Suzuki e la Ducati MotoGP con Pirro e De Puniet

Test Suzuki MotoGP Montmelo 2014

Si è svolta martedì scorso al Montmelò la seconda giornata di test MotoGP che ha viste impegnate la Suzuki e la Ducati presente con il solo Michele Pirro insieme ai piloti della classe Moto2. Particolarmente attivo in pista, con entrambi i piloti, il team Marc VDS Racing che guida il mondiale della classe intermedia.

Pirro per la Ducati e Randy De Puniet per la Suzuki hanno continuato nel loro di messa a punto che hanno proseguito ieri (mercoledì) in forma privata sul tracciato di Barcellona. Il francese Randy De Puniet è stato affiancato dal collaudatore Takuya Tsuda per completare la tre giorni di test. Randy De Puniet ha completato ben 200 giri con il miglior crono di 1'43"683:

“Non è stato un periodo molto facile, dopo Sepang siamo stati molto sfortunati e negli altri test abbiamo sempre trovato la pioggia. E’ stato importante essere qui in pista con gli altri piloti per vedere il nostro potenziale e dobbiamo continuare a lavorare sull’elettronica per migliorare le nostre prestazioni. Ho provato diverso materiale, mappe elettroniche, un nuovo motore e anche un telaio. Con alcune soluzione avevo soluzioni migliori e abbiamo trovato la direzione da seguire”.

La Casa di Hamamatsu ha potuto provare parecchie novità, un nuovo motore, un differente tipo di telaio, e sopratutto una nuova l’elettronica. Proprio quest’ultima infatti rappresenta la priorità per l’equipe gestita da Davide Brivio:

“Si pensa che in tre giorni di test si possa fare molto lavoro ma alla fine il tempo non è mai abbastanza, specialmente per noi che siamo in una fase di sviluppo. Randy voleva provare ogni cosa ma non avremmo avuto la possibilità di trovare nuove informazioni veramente utili per fare il prossimo passo avanti. In generale, gli ingegneri sono felici delle informazioni raccolte, che indicano una buona direzione per lo sviluppo. È importante avere acquisito queste informazioni ora, così avremo tempo per lavorare in vista dei prossimi test”.

Test Moto2 Montmelò

Il finlandese Mika Kallio, costretto a inseguire il proprio compagno di squadra Esteve Rabat a 34 lunghezze, ha provato un nuovo forcellone e diversi setup della Kalex. Rabat invece ha voluto esclusivamente girare il più possibile e concentrarsi sul setting in vista della gara di Assen in programma l'ultimo week end del mese di giugno.

Per il Team Paginas Amarillas HP 40 hanno girato invece il solo Maverick Vinales. Assente giustificato il team-mate Luis Salom per l’operazione alla mano destra subita in seguito alla caduta occorsa in gara domenica. Il campione del mondo Moto3 in carica, vincitore ad Austin e 2° nella gara di casa, si è dedicato a testare le differenti opzioni di pneumatici Dunlop.

Dominique Aegerter, che lunedì ha provato la MotoGP del Team Avintia Racing, è tornato in sella alla sua Suter del Technomag CarXpert impegnandosi nel cercare il setup ideale utile nelle prossime gare del campionato mentre nel pomeriggio si è concentrato sui test degli pneumatici. Lo stesso ha fatto Jonas Folger, rookie della categoria intermedia che oltre alle gomme ha lavorato sul nuovo impianto frenante e differenti soluzioni di telaio.

Sam Lowes, campione del mondo Supersport 2013, ha provato numerosi assetti della sua Speed Up e si è incentrato sugli pneumatici, che proprio in gara l’avevano fatto soffrire. Telaio e sospensioni al centro del programma coperto dal tandem del team Mapfre Aspar, Jordi Torres e Nico Terol. Il team Tasca Racing ha lavorato con Simone De Angelis sugli assetti e la ridistribuzione dei pesi, provando nel pomeriggio diverse soluzioni di sospensioni. Il giapponese Takaaki Nakagami con la Kalex del team Idemitsu Honda Asia ha lavorato sulle geometrie per risolvere le criticità registrate in gara.

Tutti i piloti hanno sfruttato le condizioni di asciutto per la maggior parte della giornata, concludendo il programma alle 16:30, prima dell’arrivo della pioggia, caduta nell'ultima ora.

  • shares
  • Mail