Bautista il più rapido nel Day-2 di Losail: "Non siamo ancora al 100%"

Lo spagnolo del team Gresini fa segnare il miglior crono nel test MotoGP in Qatar: "Migliorato il feeling con l'anteriore, ma rimane qualche problema..."

MotoGP Test Qatar 2014 - Day 2

Lo spagnolo Alvaro Bautista (GO&FUN Honda Gresini) si è aggiudicato ieri la seconda giornata di test MotoGP a Losail, in Qatar, dove tra due settimane - con l'ormai tradizionale fine-settimana di gara 'allungato' dal giovedì alla domenica - si aprirà ufficialmente il Motomondiale 2014 con il classico Gran Premio 'in notturna'.

Con il tempo di 1:55.194, Bautista e la sua Honda RC213V 'Factory' hanno fatto segnare quello che al momento è il miglior crono provvisorio di questo test, precedendo nella giornata di ieri il tedesco Stefan Bradl - con l'altra RC213V 'Factory' del team LCR Honda MotoGP (+0.392) - e migliorando di quasi due decimi il tempo con cui il connazionale Aleix Espargarò (NGM Forward Racing) e la sua quotata FTR-Yamaha si erano aggiudicati la prima giornata del test.

Rispetto al Day-1, lo stesso Bautista ha migliorato il proprio best lap di ben 9 decimi, e questo grazie a dei mirati interventi all'anteriore della sua Honda con cui ieri aveva lamentato dei problemi di 'feeling'. Il suo crono inoltre è stato di ben 7 decimi più basso rispetto a quello fatto registrare l'anno scorso durante le qualifiche per il GP del Qatar, e questo è un dato sicuramente confortante in vista dell'ormai imminente debutto agonistico.

Per quanto riguarda il programma di lavoro svolto ieri, lo spagnolo e il suo staff si sono concentrati sul set-up per migliorare i già citati problemi di feeling con l’avantreno, completando in totale 55 giri, mentre oggi - nella terza e conclusiva giornata del test - sarà effettuato un long-run per valutare il passo sulla distanza di gara.

Il commento di Alvaro Bautista sulla sessione di ieri è stato ovviamente positivo, ma senza perdere di vista quelli che sono i possibili margini di miglioramento in vista del Gran Premio di apertura del 23 Marzo:

“Sono molto contento per il miglior tempo ottenuto oggi: le sensazioni sono migliori rispetto a ieri e il mio feeling con l’anteriore adesso è più elevato, anche se qualche problema rimane. Questa pista, del resto, è sempre stata un po’ ostica per noi. Non siamo ancora al cento per cento, ma domani potremo sfruttare ancora un’ultima giornata di test per provare a fare un altro passo in avanti. Le opzioni sono due: provare una modifica importante, provando quindi a prendere un’altra direzione, oppure mantenere la base raggiunta oggi e provare ad affinarla. Per quanto riguarda il passo di gara, oggi sono riuscito a percorrere tanti giri in 1’56”, ma sono riscontri poco significativi perché oggi sono sempre sceso in pista provando continuamente delle modifiche. Domani faremo un long run vero e proprio, per capire a che punto siamo in vista del primo Gran Premio”.

Anche il debuttante Scott Redding e il suo staff tecnico si sono concentrati sull’anteriore della moto, risolvendo alcuni dei problemi rilevati nella prima giornata. Il britannico ha completato un totale di 47 giri con un miglior tempo di 1:57.154, a soli due decimi dalla migliore Honda ‘Open’ dell’esperto Nicky Hayden (Drive M7 Aspar). Nel computo totale, Redding ieri ha chiuso all'ultimo posto della Top 10, a quasi 2 secondi dal miglior crono fatto registrare dal compagno di box:

“Oggi il mio feeling con la moto è migliorato: abbiamo lavorato molto sull’anteriore, che ora mi offre una maggior confidenza in ingresso di curva, oltre ad una migliore stabilità in frenata. Tutto ciò mi sta aiutando molto ad essere più costante. A questo punto rimane un solo giorno di test prima del mio debutto in MotoGP: credo che siamo già a buon punto nella preparazione in vista della prima gara, ma domani proveremo comunque una simulazione di gara per capire meglio il consumo delle gomme e il comportamento della moto quando il carburante si consuma. Durante tutti i test invernali il divario da Hayden si è man mano ridotto: domani cercheremo di capire se riusciremo a tenere il suo stesso ritmo anche sulla distanza di gara”

Comprensibilmente soddisfatto della 'progressione' messa in pista dai suoi ragazzi anche il boss Fausto Gresini, che punta ad un ulteriore salto di qualità nella giornata di oggi per presentarsi ai nastri di partenza della nuova stagione nelle migliori condizioni possibili:

“Come già accaduto nel primo giorno dei test effettuati a Sepang a fine febbraio, anche oggi Bautista è riuscito a siglare il miglior tempo assoluto: fa sempre piacere essere davanti a tutti, ma ciò che mi rende ancora più fiducioso in vista dell'inizio del campionato è il fatto che le sensazioni di Alvaro siano migliorate rispetto a ieri. Tradizionalmente, per noi quella di Losail non è una pista amica, ma vogliamo invertire la tendenza e siamo sulla buona strada. Anche per quanto riguarda Redding la situazione è migliorata in questo secondo giorno di test notturni: Scott è ora stabilmente tra i più veloci tra i piloti che dispongono della Honda RCV1000R ‘Open’ e sta iniziando anche a mostrare una certa consistenza su più giri. Domani sarà un giorno importantissimo: entrambi i nostri piloti proveranno infatti una simulazione gara, attraverso la quale cercheremo di capire veramente a che punto siamo in vista del primo Gran Premio, ormai vicinissimo”.

  • shares
  • Mail