SBK, Suzuki: Laverty e Lowes cercano il colpaccio a Phillip Island

Dopo i grandi risultati del test di Portimao, il team Crescent Suzuki parte per la trasferta australiana con l'obiettivo di confermare la ritrovata competitività della GSX-R 1000.

SBK 2014 - Voltcom Crescent Suzuki - Presentazione

Dopo i più che incoraggianti risultati del test di Portimao e la presentazione ufficiale della scorsa settimana, il team Voltcom Crescent Suzuki si prepara a tornare in pista a Phillip Island per il test del 17-18 Febbraio in vista del primo round della stagione, il GP d'Australia, che si celebrerà sullo stesso tracciato australiano il finesettimana successivo.

Il vice Campione del Mondo Eugene Laverty forse non si aspettava di trovare la Suzuki GSX-R 1000 in un tale stato di grazie a inizio stagione. L'anno scorso, mentre l'irlandese collezionava vittorie e podi a ripetizione con l'Aprilia RSV4, le Gixer di Camier e Cluzel faticavano moltissimo un po' su tutte le piste, arrivando a fine stagione con un bottino consistente solamente in un paio di podi. Gli uomini del team britannico e della fabbrica in Giappone hanno lavorato moltissimo durante l'inverno, e i risultati dei primi test sono stati sicuramente spumeggianti. Per questo Laverty può sicurmante guardare con ottimismo alla trasferta australiana, dove l'anno scorso raccolse la prima delle sue 9 vittorie stagionali:

"Ho bei ricordi di Phillip Island dopo la mia vittoria dell'anno scorso. Non c'è niente che mi farebbe più piacere che iniziare questa stagione con un risultato simile, ma ci sono un bel po' di piloti che pensano la stessa cosa. Con la GSX-R 1000 non ho ancora fatto un 'run' su una distanza superiore a metà gara, quindi è difficile sapere cosa è realistico aspettarsi a questo punto. Abbiamo fatto dei test 'limitati' in Europa a causa del tempo intermittente, per cui sono impaziente di fare qualche giro veloce sotto al sole. Sono davvero entusiasta di iniziare questo nuovo capitolo con il team Voltcom Crescent Suzuki: è una squadra che lavora incredibilmente sodo, spero di ripagare presto tutti per i loro sforzi di questi ultimi mesi."

Alex Lowes tecnicamente è un 'rookie' nel Mondiale SBK, ma questa etichetta va ovviamente stretta ad un pilota che si appresta a debuttare sul palcoscenico iridato con il titolo di Campione in carica della British Superbike, probabilmente il campionato nazionale più avanzato e prestigioso in Europa. Per ribadire chiaramente il concetto, Lowes ha stupito tutti nel test di Portimao andando a conquistare il tempo più veloce in assoluto, mettendosi alle spalle anche il nuovo e ben più quotato compagno di box. Con queste premesse, è comprensibile che Lowes si avvicini con fiducia al viaggio verso Phillip Island, anche se per lui si tratterà di una pista mai vista prima. Porprio come lo era Portimao fino a qualche settimana fa:

"Sono davvero impaziente di andare Phillip Island. Non vedo l'ora di tornare sulla Suzuki GSX-R Voltcom Crescent e iniziare a lavorare sodo per imparare questa pista per me nuova. Il test ufficiale mi darà anche più tempo per lavorare con la squadra su telaio ed elettronica con l'obiettivo di sistemare la moto nel modo migliore possibile in vista della gara!"

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: