WSBK: terminati a Misano due giorni di test per Aprilia, BMW, Ducati e Yamaha


C'è chi si è portato avanti, in SBK, ed è già arrivato in Italia, dopo il weekend passato ad Assen, per passare due giorni di test a Misano Adriatico, in vista dell'atteso appuntamento di Monza. BMW, Ducati Xerox, Yamaha Sterilgarda e Aprilia Alitalia hanno lavorato su diversi particolari senza prendere troppo sul serio i tempi sul giro.

In Ducati, hanno senza dubbio bisogno di sfruttare tutti i test possibili: "Abbiamo affinato il setting utilizzato ad Assen e Michel Fabrizio era molto contento del lavoro svolto - ha dichiarato Ernesto Marinelli. "Peccato per Nori Haga arrivato influenzato (38° di febbre) ma che ha voluto girare ugualmente". Il miglior tempo ufficioso è del pilota romano, che ha girato forte, con 1'35'9.

Aprilia, ha avuto tre moto in pista, perchè assieme ai piloti impegnati nel mondiale, si è schierato anche Alex Hoffmann. Si sono provati nuovi setting, si è lavorato ancora sul forcellone e si è testato il serbatoio sotto la sella. Alla fine del secondo giorno, l'Ing. Dall'igna si è dichiarato soddisfatto: “Abbiamo testato molte nuove componenti, alcune al debutto ed altre bisognose di una ulteriore verifica prima di essere confermate in gara. Ora ce ne torniamo a casa con molti dati da analizzare, in base ai quali tireremo le nostre conclusioni”.

BMW, sorpresa positiva dello scorso GP, ha registrato il solo crono di Troy Corser (e Ruben Xaus dove l'hanno lasciato?) in una sessione di test su parecchi particolari: "Ci siamo concentrati soltanto sulle prove di alcuni particolari senza pensare ai tempi. Troy Corser ha girato spesso sull'1'37", facendo come miglior tempo 1'36"5. Abbiamo provato particolari del motore, una evoluzione dell'elettronica e qualcosa di nuovo nella frizione".

per Yamaha Sterilgarda, James Toseland, si è dedicato all’elettronica, mentre Cal Crutchlow ha lavorato sodo sul set-up e sul passo gara, un aspetto che deve imparare a gestire meglio: “Sono stati due giorni positivi durante i quali abbiamo testato nuovi particolari elettronici e di ciclistica. Entrambi i piloti hanno apprezzato le novità e ottenuto buoni riferimenti cronometrici e tutto ciò mi rende fiducioso per la gara di domenica prossima a Monza.”


I tempi ufficiosi:

1. Fabrizio (Ducati) 1'35"9;
2. Toseland (Yamaha) 1'36"0;
3. Crutchlow (Yamaha) 1'36"3;
4. Corser (BMW) 1'36"5;
5. Biaggi (Aprilia) 1'36"5;
6. Camier (Aprilia) 1'36"9;

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: