WSBK: Le dichiarazioni a caldo dei protagonisti di Portimao


Il weekend di Portimao ci ha regalato vere emozioni, con due gare tirate al massimo e lo spettacolo che il campionato delle derivate di serie è solito regalarci; aggiungiamoci la pista che in pochi anni è arrivata a conquistarsi il titolo di pista più bella del mondo (per molti) e abbiamo ottenuto un mix esplosivo che difficilmente troviamo in altre categorie.

Luci e ombre hanno caratterizzato i tre giorni portoghesi, e se da un lato la coppia tutta italiana Biaggi-Aprilia ha svolto un ruolo dominante in entrambe le manches, le Ducati Xerox, da sempre a loro agio su questi scollinamenti, sono rimaste misteriosamente incastrate nel gruppo di centro classifica, dopo una Superpole disastrosa. Haslam si conferma in pienissima forma e leader di classifica, mentre la Yamaha, con il solo Crutchlow davvero competitivo, fa capolino sul podio in Gara2.

Dopo il "continua" troverete le dichiarazioni di tutti i protagonisti della corsa, fra gioie, delusioni e piacevoli conferme:

Max Biaggi:
“E’ un piacere essere tornati davanti dopo i problemi dell’Australia , siamo migliorati rispetto allo scorso anno. In Gara 2 il passo è stato un po’ più lento ed eravamo tutti molto vicini, è stata veramente una grande battaglia con molti sorpassi e qualche errore. Sono veramente molto felice per questa doppia vittoria perché è veramente un grande risultato sia per me che per la mia squadra e l’Aprilia cha stanno
lavorando davvero molto bene”.

Leon Haslam:
"Se qualcuno mi avesse detto che prima dell'inizio della stagione che nelle prime due gare avrei fatto una vittoria e tre podi, non ci avrei creduto di sicuro. E' una bellissima sesazione vincere, ma conquistare tre secondi posti e la testa della classifica è ugualmente splendido, proverò a tenere questo ritmo il più a lungo possibile. Oggi Max era incontenibile, l'ho passato qualche volta, ma lui aveva sempre la staccata pronta. Il grip in gara2, inoltre, non mi ha consentito di stargli dietro fino all'ultima curva. Speriamo in un'altra vittoria a Valencia."

Cal Crutchlow:
"I ragazzi hanno svolto un lavoro fantastico dopo l'Australia e il merito di questo risultato è loro. In gara1 ho commesso un errore banale; ho spinto troppo finendo per scivolare e regalare così il podio a Rea. Non vedo l'ora si corra a Valencia per continuare nel miglior modo la strada intrapresa durante questo fine settimana, per puntare alla vittoria. Oltre alla mia squadra i complimenti vanno a Biaggi e Haslam per le due belle gare disputate".

Jonathan Rea
:
"Ho avuto un brutto incidente venerdì, e ho passato il weekend a ricostruire la confidenza con la moto. In gara 1 sono riuscito in una bella rimonta e ho seguito bene Max e Leon, dopo aver riacciuffato Crutchlow, nella seconda manche invece, ho sentito un rumorino in pieno rettilineo, e una volta tirata la frizione è esploso tutto. Non è stato bello vedere la fine della gara dal box, perchè anche io ero fra i primi."

Leon Camier:
“Sono molto contento, siamo andati bene in entrambe le gare con un ottimo passo. Purtroppo nei primi giri non riesco a prendere subito il ritmo e questo mi penalizza non poco. Adesso dovrò migliorare anche sotto questo aspetto, il feeling con la mia RSV4 con questo nuovo assetto sta migliorando e dobbiamo lavorare duro per progredire ancora”.

Noriyuki Haga:
“Abbiamo lavorato molto e per tutto il weekend e finalmente oggi il mio feeling con la moto era decisamente migliore, ma era davvero difficile fare dei buoni risultati partendo dalla quinta fila. In gara 1 sono partito molto bene perché sapevo che era indispensabile fare una buona partenza per raccogliere qualche punto. Ho provato a spingere il più possibile ma quando mancavano circa cinque giri al termine la mia gomma posteriore ha iniziato a perdere grip e questo ha influito molto sull’aderenza della mia moto. La seconda manche è stata simile alla prima. Gli pneumatici hanno lavorato meglio, ma ho fatto tanta fatica a superare Guintoli ed ho terminato ancora all’ottavo posto. Mi spiace molto per il mio team, per i miei tifosi e gli sponsor per gli scarsi risultati che ho conseguito, ma tutto considerato ho recuperato molte posizioni ed ho raccolto qualche punto. Da Valencia in avanti voglio lottare per il podio in ogni weekend. Biaggi ed Haslam hanno dimostrato il loro potenziale, sia qui che a Phillip Island, ma noi siamo fiduciosi di poter tornare sul podio già da Valencia.”

Michel Fabrizio:
“Diciamo che in questo weekend non siamo mai riusciti a mettere a posto la moto come avremmo voluto. Non sono mai riuscito a trovare il giusto feeling ed ho avuto sempre gli stessi problemi in entrambe le gare. Abbiamo lavorato molto durante tutto il fine settimana ed abbiamo apportato molte modifiche, anche se le cose non sono mai cambiate molto. All’inizio di gara 2 sono riuscito a recuperare subito delle posizioni, spingendo veramente forte. Dopo alcuni giri è diventato sempre più difficile inserire in curva la mia 1198 e questo ha causato due uscite di pista nella prima manche ed anche due dritti nella seconda. Voglio chiudere questo capitolo e concentrarmi subito sulle prossime gare dove, sono sicuro, riscatteremo questa prestazione al di sotto delle nostre possibilità.”

Carlos Checa
:
"Sono felice per il lavoro fatto questo weekend e per i due quarti posti conquistati. Certo il podio sarebbe stato migliore ma non penso sarebbe potuta andare meglio di così. In gara 1 ho fatto una brutta partenza e non sono riuscito a stare dietro ai primi, mentre in gara 2 sono riuscito ad essere con i più veloci nonostante un'altra partenza orribile. Ora andiamo a Vaencia, dove sto incredibilmente bene con il tracciato e con la mia gente."

James Toseland:
"Abbiamo fatto un bel passo avanti, ma c'è ancora del lavoro da fare per essere ancora più competitivi. Il terzo e sesto posto ottenuti nella seconda gara sono risultati ampiamente meritati dopo la sfortunata caduta di gara uno di Cal. Rimane il rammarico di essere caduto ieri in Superpole perché avrei potuto ottenere la prima fila e tutto sarebbe stato più facile quest'oggi. Invece mi sono presentato al via con un po' dolorante non al top della forma. Nonostante tutto ho conquistato due buoni risultati. Siamo partiti con il piede sbagliato, ma ora siamo sulla strada giusta e continueremo a spingere per migliorare".

Max Neukirchner:
"Abbiamo sbagliato qualcosa nel bilanciamento della moto per tutto il weekend, e nononstante le buone idee, non ne abbiamo trovato una che funzionasse. Continueremo a lavorarci e per fortuna avremo un test domani (oggi) qui, sperando che ci porti qualche risultato migliore. Fatico a tenere la moto in traiettoria, in queste due settimane prima di Valencia avremo tempo per lavorarci."

Shane Byrne:
"in Gara1, non avevamo un buon assetto e non sono stato in grado di spingere al massimo, anche perchè non sono al 100% della forma. Prima di Gara 2 abbiamo lavorato sodo con i tecnici ed è stata una gara migliore. Abbiamo il potenziale per fare meglio nelle prossime gare"

Troy Corser:
"Ho avuto delle difficoltà con la moto questo weekend con il consumo delle gomme. Abbiamo provato diverse soluzioni in gara due e le cose sono andate leggermente meglio. Domani abbiamo un po di lavoro da fare perchè sono sicuro che se riusciamo a far funzionare bene le gomme riusciremo a stare con i piloti di testa"

Ruben Xaus:
"Non è stata una giornata così brutta in entrambe le gare, sono stato con i primi ma dopo un po di giri la moto ha cominciato a dare problemi e non sono riuscito ad essere più veloce. Questo weekend ho ritrovato il mio ritmo però, e sono felice dopo il disastro che ho combinato a Phillip Island. Domani lavoreremo molto nella giornata di test che ci è stata concessa, cercando di progredire ulteriormente"

Jakub Smrz:
"Nella prima manche non sono riuscito a trovare una buona posizione per affrontare la prima curva ed ho perduto alcune posizioni, ho iniziato il mio recupero ma un guasto alla pompa della benzina mi ha fermato anzitempo. Ero determinato a rifarmi in gara 2, al via della quale mi sono presentato dopo aver compiuto alcuni interventi nel tentativo di disporre di maggior grip, purtroppo non abbiamo raggiunto il risultato sperato e quando stavo forzando nel tentativo di rinvenire sulla Ducati ufficiale di Fabrizio mi si è chiuso l'anteriore e sono scivolato".

Luca Scassa:
“Dopo la bella giornata di ieri mi aspettavo qualcosa in più in verità ma dobbiamo essere comunque soddisfatti del lavoro fatto. In gara 1 ho mancato la partenza e quando sono ripartito ormai i giochi erano conclusi. Ho preferito comunque girare per testare me e la moto e dopo alcune verifiche ai box ho percorso 16 passaggi con il miglior crono di 1’45’’1. Al via di Gara 2 abbiamo avuto un problema elettrico nel momento stesso che abbiamo acceso il motore per cui siamo passati immediatamente alla nr.2. Con questa non avevo un buon feeling ed ho faticato moltissimo nella guida, in particolar modo nelle curve più lente. Mi spiace aver mancato la zona punti ma è stata una manche importante per capire gli interventi che dovremo fare prima di Valencia. E’ stato per noi una gara/test importante, ringrazio tutta la squadra perché hanno lavorato al meglio.”

Tom Sykes:

"Avevamo un setup perfetto ma non abbiamo fatto particolari progressi durante tutto il weekend, e nelle gare non abbiamo avuto nessun miglioramento. Ho avuto difficoltà nel traffico e non riuscivo a sorpassare. Sono un po frustrato, onestamente, perchè quando ho trovato finalmente modo di spingere la moto ha cominciato a perdere grip. Dobbiamo ancora lavorare tanto, ma ho fiducia nella moto e nel mio team"

  • shares
  • Mail
161 commenti Aggiorna
Ordina: