Phillip Island stellare! Super Checa "beffa" gli "ufficiali". Haslam in vetta. Male Biaggi

Carlos Checa vincitore di  gara2 a Phillip Island

La corsa: super. Voto 10. Apertura show, con due “volatone” da incorniciare. Apoteosi di una formula dove tecnica e spettacolo si fondono. Qui anche un binomio “privat” può vincere. Esaltante stagione.
Checa: maestro. Voto 10 +. Il veterano spagnolo con la sua Ducati “privat” (voto 10 e lode) centra il colpo gobbo (trionfo in gara due): una dura lezione per i giovani (e vecchi) leoni. Attesi altri miracoli.
Haslam: new star. Voto 10. L’inglese figlio d’arte (con un primo e un secondo posto) è l’uomo da battere di questa stagione. Velocità, passo, stile e tattica. Suzuki ok (voto 10+). Un futuro da iridato.
Fabrizio: conferma. Voto 9 +. Grandissimo in gara uno (secondo per 4 millesimi!), ma sfuocato in gara due (terzo), il pimpante romano incamera punti d’oro e può giocarsi il titolo iridato.
Haga: sfortunato. Voto 9. Un terzo e un quarto posto dopo la botta subita nel warm up causa … Xaus. Il senior ducatista stringe i denti, fa punti e non delude. Punta al titolo.
Guintoli: outsider. Voto 8+. Grande in gara due. Il quarto e sesto posto non valorizzano il “peso” reale dimostrato dal francesino. Un pilota di grande potenzialità, senza timori reverenziali.
Biaggi: rimandato. Voto 5- Week end da dimenticare per il romano (in giornata no) e per l’Aprilia (voto 7+). Tradite le grandi aspettative della vigilia. Urge immediato recupero.
Camier: chiaroscuro. Voto 5. Qualche sprazzo positivo, rovinato però da due errori (nella stessa curva). Pilota veloce ma ancora acerbo. Non è il giovane leone che serve all’Aprilia.
Toseland: delusione uno. Voto 4. Rientro nel wsbk da dimenticare per l’ex della MotoGp. Due brutte cadute (venerdì e gara uno) fanno … rimpiangere l’ex iridato Yamaha (voto 5) Ben Spies.
Crutchlow: delusione due. Voto 4. Debutto amaro, con volo in gara uno e “solo” la soddisfazione del … nono posto in gara due davanti al compagno di squadra. Yamaha ko causa piloti.
Corser: leone. Voto 8. Il vecchio leone sfodera gli artigli e porta la non eccelsa Bmw (voto 6-) davanti alle Yamaha e alle Aprilia ufficiali.
Xaus: ko. Voto 3. Quattro cadute più una (nel warm up) obbligano lo spagnolo al forfait. Un passo avanti, due passi indietro.
Rea: sciupone. Voto 6. Ha stoffa ma la spreca con una uscita al primo giro di gara due (sesto posto) e il quarto posto di gara uno non fa per lui. Honda (voto 7) permettendo, è uomo da podio, e non solo.
Smrz: jellato. Voto 6+. Week end stregato, dopo ottime prove di qualifica e superpole e grandi battaglie in corsa. Difficile fare di più, ma non impossibile. Checa docet.
Neukirchner: salita. Voto, non classificato. Il tedesco non brilla con la Honda al rientro dopo i “disastri” fisici del 2009. Calma e gesso. Recupero possibile, ma lento.
Vermeulen: buio. Voto 3. Due gare, due cadute, con grande paura per il secondo botto. Kawasaki (voto 4) fanalino di coda, ma l’ex pilota MotoGp, peggiora la situazione.
Lanzi: tricolore. Voto 7+. L’italiano super privat è nella top ten di gara uno e tredicesimo in gara due. Lottatore valido e solido. Anche contro la sfortuna.

  • shares
  • Mail
27 commenti Aggiorna
Ordina: