Nicky Hayden lascia la Honda. Hamane: "Un ottimo pilota, un ragazzo straordinario"

Nicky Hayden saluta la Honda

Per Nicky Hayden la gara del 26 ottobre a Valencia, sarà l'ultima in sella ad una RC212V del Team Repsol Honda. A renderlo ufficiale è la scuderia HRC stessa, attraverso un comunicato apparso sul sito web Repsol.

Kentucky Kid, che nel 2009 vestirà il rosso Ducati, lascerà la casa dell'ala dorata dopo una militanza decennale ricca di grandi soddisfazioni, prima delle quali la conquista del mondiale MotoGP nel 2006.

Nicky ha cominciato fin da giovanissimo a vincere sulle moto del colosso di Tokyo, ottenendo a soli 18 anni il titolo nazionale Supersport in sella ad una CBR600 e a 21 quello Superbike su una RC51. Dal 2003 cominciò l'avventura nella classe regina del motomondiale (3 gare vinte) al fianco di un maestro del calibro di Valentino Rossi.

Il presidente della HRC Masumi Hamane, ci tiene particolarmente a salutarlo dedicandogli delle splendide parole: "Vogliamo ringraziare Nicky per tutto quello che ha fatto per la Honda sia come pilota che come uomo. Con lui abbiamo condiviso tanti bei momenti e qualche delusione, ma il suo splendido carattere lo ha reso un ragazzo amato non solo dai tifosi, ma anche da tutti quelli che hanno lavorato con lui."

E ancora: "Insieme abbiamo vinto due titoli AMA ed un mondiale MotoGP, ma con il passaggio alle 800 di cilindrata il feeling di Hayden con la moto non è stato più lo stesso. E' un ottimo pilota ed un ragazzo positivo e coraggioso. Non possiamo fare altro che augurargli buona fortuna per questa nuova sfida."

La replica di Nicky Hayden: “Ho passato tanto tempo con la Honda, dai campionati statunitensi al motomondiale. Ho conosciuto e lavorato con persone splendide sia della HRC che della Repsol che non dimenticherò mai. Abbiamo vinto insieme titoli nazionali, un mondiale ma anche gare fantastiche come la Daytona 200, il TT di Peoria, il dirt track e lo short track. Ringrazio davvero tutti per questa splendida esperienza e cercherò di pagare la fiducia mostrata in questi anni con un ottimo finale di stagione."

Le valigie sono pronte, a Borgo Panigale lo attendono a braccia aperte. Pilota tecnico, spettacolare e grintoso. Uomo d'altri tempi, generoso, sorridente e mai polemico. Come si fa a non voler bene al ragazzotto del Kentucky?

  • shares
  • Mail
63 commenti Aggiorna
Ordina: