Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage

Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage

Non c’è dubbio che la Kawasaki W650, benché non proprio originalissima, sia un’ottima base di partenza per realizzare special dal sapore retrò in stile cafe racer o meglio ancora scrambler e tracker, grazie al suo motore affidabile e poco pretenzioso e al costo della moto, ormai reperibile solo sul mercato dell’usato, dopo l’arrivo della W800 che l’ha sostituita ormai da un paio d’anni. Questa volta ne abbiamo trovata una in Portogallo, un paese che non si può certo considerare una fucina di cutomizzatori affermati, ma dove il fenomeno delle moto modificate sta prendendo sempre più piede e, a giudicare da questa special, in modo tutt’altro che banale o improvvisato.

Certo non è un buon momento per aprire un’attività in Portogallo ma Pedro Oliveira e Daniel Cabral di Ton-Up Garage non stanno certo a guardare spread e spending review. Entrambi appassionati di moto e in particolare di enduro hanno messo insieme le loro forze per aprire la loro attività che più che un’officina sembra uno showroom, dove si respira l’atmosfera dei rocker anni Cinquanta, come d’altronde il nome della loro attività fa intendere. L’espressione ton-up infatti in quegli anni definiva la capacità di una moto di superare le 100 miglia orarie e i Ton Up Boys facevano parte di quella sottocultura, attiva soprattutto in Inghilterra nei mitici Fifties, da cui nacque poi il movimento dei Rocker (antagonisti dei Mods), che frequentavano il celebre Ace Cafe di Londra, attivo già dal 1938.

Tornando al Portogallo, alla Ton-Up non si tratta solo di moto ma anche di biciclette custom e beach cruiser, skate, surf, caschi, abbigliamento, calzature e accessori, insomma il paradiso del vintage. Ma arriviamo al progetto che vede protagonista la bicilindrica giapponese che ama vestirsi in british style. È un modello del 2004, già leggermente customizzato quando entra in officina, ma i due soci le hanno voluto dare un’impronta street tracker, vista la loro predilezione per i mezzi off road.

Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage
Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage
Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage
Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage

Per prima cosa hanno accorciato il telaietto posteriore, aggiungendo un codino piatto che funge anche da parafango, una sella monoposto ridisegnata e due fianchetti con tabella porta numero, mentre il parafango anteriore è stato proprio eliminato. Il serbatoio originale è stato sostituito con uno dalla forma più allungata e slanciata che ricorda un po’ quello dei Softail, ma decisamente più snello. All’avantreno compare un faro di dimensioni più piccole, con l’immancabile griglia, e verniciato di bianco, in tinta con le manopole alloggiate su un manubrio da fuoristrada già presente sulla W650 quando entrò nell’officina TuG.

Anche strumentazione e frecce sono state sostituite con pezzi più piccoli. A livello ciclistico le migliori riguardano la sospensione posteriore Öhlins e un nuovo impianto frenante, mentre per le ruote sono bastati una verniciatura nera e un paio di pneumatici tassellati. Peccato solo che i nostri amici portoghesi si siano dimenticati degli… specchietti, ma per il resto la moto è “quasi” street legal.

Il docile motore Kawasaki non è stato potenziato, per non diminuirne l’affidabilità, ma guadagna un impianto di scarico artigianale decisamente minimale e un filtro aria più libero. Infine la splendida e vivace verniciatura, che dà alla moto il nome di Gold Digger: tre tonalità di nero, oro e bianco perla. Um trabalho mui Bonito, não?

Foto | Joel Bessa

Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage
Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage
Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage
Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage
Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage
Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage
Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage
Kawasaki W650 Gold Digger by Ton-up Garage

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: