Stellalpina by Roberto Rossi

Stellalpina by Roberto Rossi

Di customizzazioni su base Harley-Davidson Sportster ne esistono a migliaia e dai molteplici stili, dal chopper al bobber, dal tracker alla sportiva, dal cafe racer allo scrambler. Lo Sportsterino si adatta facilmente a ogni tipo di idea che passa per la testa del suo proprietario o di un customizer. Roberto Rossi è titolare di H-D Mantova, anche se la sede più che una concessionaria ha l’atmosfera di una affascinante cascina.

È uno della “vecchia guardia”, ha aperto il dealer infatti giovanissimo a metà degli anni Novanta e si dedica con passione non solo alla vendita di modelli nuovi ma soprattutto alla trasformazione dei bicilindrici americani. Il concetto che ha voluto sviluppare con la Stellalpina si differenzia dai precedenti finora sperimentati nel mondo del customizing. Roberto stesso definisce la sua opera uno Sportster non convenzionale adatto per le scampagnate in montagna, da cui appunto il nome di Stellalpina.

Certo non è e non vuole essere uno Sportster da moto alpinismo, anche se molti dettagli off road richiamano alla mente questa pratica. La base di partenza è una XL 1200 del 2004, anno in cui gli Sportster adottarono lo small block di nuova generazione Evolution 2 con montaggio su supporti elastici sul telaio, per smorzare le vibrazioni, ma ancora alimentato con carburatore CV. Il bicilindrico subisce poche modifiche, limitate agli scarichi Vance & Hines e al filtro aria in stile hot rod con elemento filtrante in carta.

Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi

Il telaio, riverniciato con effetto raggrinzante, è anch’esso quello di serie, anche se vengono eliminati i supporti del parafango posteriore, quest’ultimo sostituito con quello di un Softail, opportunamente tagliato, accorciato e dotato di fanalino Lucas. L’intervento, insieme all’eliminazione del parafango anteriore, mette in mostra gli pneumatici Firestone ANS in stile scrambler, montati sui cerchi a raggi da 19 e 16 pollici. Dopo aver lavorato il tunnel alla base del serbatoio, questo viene prima riverniciato e poi riposizionato più indietro e più in basso, modifica che sposta il baricentro verso il basso e il retrotreno, rendendo il mezzo ancora più maneggevole.

Davanti spuntano un faro Bates alloggiato più in basso e sormontato dalla classica “unghia” dello Sportster,, e una forcella prelevata da un Fat Boy, sormontata da riser di provenienza FL Shovelhead e da un mnaubrio K&N Superbar con comandi Kustom Tech. Il look minimal comprende anche l’eliminazione del fianchetto sinistro e di altre “suppellettili” e l’utilizzo di una sella monoposto in pelle con cuciture a diamante. La Stellalpina viene realizzata esclusivamente da H-D Mantova in tiratura limitata a soli 5 esemplari, venduti a 22.000 euro.

foto | Luca Merli

Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi
Stellalpina by Roberto Rossi

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: