Special: Kawasaki W650 ‘JagdBobber’

Kawasaki W650 JagdBobber

Oggi vi raccontiamo di una moto nata in Giappone, ma perfezionata e personalizzata in Germania, sotto l'effige del "Barone Rosso". Non a caso, parliamo di due nazioni che da sempre, o per lo meno negli ultimi 50 anni, hanno dettato legge in campo motoristico e tecnologico. La realizzazione di questa special la dobbiamo al costruttore Lars Justinger. La prima cosa che si preoccupa di fare è innanzitutto fornirci la definizione della sua moto: non chiamatela cafè racer, e neanche brat, è un "JagdBobber", ossia una creatura che segue le linee delle cafè-racer, ma con i semimanubri e le ruote grosse.

All'inizio il nostro amico voleva cimentarsi in un incrocio tra una Harley e una Norton, ma per realizzare quello che aveva in mente, aveva bisogno di "più spazio". La folgorazione è avvenuta nel momento in cui su ebay ha visto ed acquistato una vecchia Kawaski W650, che gli permetteva una maggiore possibilità di giocarsela. Da quel momento sono passati giorni e soprattutto tante notti insonni a progettare al computer, talvolta cercando anche soluzioni geniali su Youtube.

Per la coda, visto che Lars voleva fortemente il metallo (senza ricorrere quindi a resina o fibra), si è optati per un taglio di un serbatoio di una XS650SE: dopo tante saldature, si è giunti a un risultato filante. Così come per il serbatoio vero e proprio, preso da una XS750, vincitore dopo ben 7 tentativi fisici e altrettanti 5 virtuali. Meccaniche e particolari verniciati a polvere nea. Il tocco "spettrale" di questa moto è tutto nella livrea, invecchiata quanto ricercata, e in quel led sottile e cattivo che scruta minaccioso dal codone!

Kawasaki W650 JagdBobber
Kawasaki W650 JagdBobber
Kawasaki W650 JagdBobber
Kawasaki W650 JagdBobber
Kawasaki W650 JagdBobber
Kawasaki W650 JagdBobber

via | Pipeburn

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: