Razgatlioglu sbanca Donington: “Rea ha commesso un grosso errore”

Il turco della Yamaha vola in testa al Mondiale Superbike 2021 grazie alla doppietta in Gran Bretagna: “Ma ho rischiato tre volte di perdere l’anteriore!”

Con le sontuose vittorie in Gara-1 e in Gara-2 a Donington, il turco  Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Brixx) è balzato in testa al Mondiale Superbike ribadendo ancora una volta – qualora ce ne fosse stato bisogno – di essere l’unico credibile rivale del Campione del Mondo in carica Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) nella ricorsa al titolo iridato 2021.

Il 24enne asso della Yamaha, che solo la scorsa settimana ha annunciato il prolungamento biennale della sua partnership con la casa di Iwata, ha lasciato spazio al rivale della Kawasaki solo nella Superpole Race di domenica mattina, ma la “doppietta” centrata nelle due gare più importanti – con Rea a terra in quella domenicale – gli hanno permesso di superarlo in vetta alla graduatoria iridata per sole 2 lunghezze (dopo aver iniziato il weekend a -20 dal britannico).

Commentando il trionfo al termine di Gara-2, Razgatlioglu ha confermato di aver adottato una tattica conservativa una volta visto uscire di scena il suo principale avversario per la corona della SBK:

“Questa mattina la Superpole Race non è andata molto bene: ho fatto del mio meglio, ma non sono riuscito a far meglio del sesto posto con le gomme intermedie. Anche per questo speravo di correre Gara-2 in condizioni di asciutto, perché questa era la corsa più importante volevo davanti.”

“La gara non è stata facile all’inizio perché in ogni giro spingevo al massimo per poter vincere. Mi sono messo a inseguire Jonathan, ma il grip della pista non era come quello di ieri perché per ben tre volte ho rischiato di perdere l’anteriore! A quel punto mi son detto: “Ok, adesso mi metto dietro a Johnny e poi vedrò cosa fare verso la fine della gara”, ma lui ha commesso un grosso errore ed è caduto. Da quel momento ho cercato di mantenere un passo costante e per condurre in porto la vittoria.”

Nel weekend appena trascorso, il fuoriclasse turco ha confermato di avere un feeling particolare con il tracciato di Donington Park, ma le sue attenzioni sono già rivolte al prossimo round di Assen del 23-24 Luglio, un tracciato sul quale l’anno scorso non ha potuto correre con la YZF-R1 a causa dell’emergenza Covid-19:

“Penso che Donington Park sia la mia pista preferita, perché nel 2018 e nel 2019 sono salito due volte sul podio in seconda posizione e quest’anno ho portato a casa due vittorie! Sono davvero soddisfatto di questo weekend e voglio ringraziare ancora una volta la Yamaha e il mio team.”

“La prossima tappa sarà ad Assen, una pista che mi piace ma sulla quale correrò per la prima volta con la R1… Tuttavia non penso che questo rappresenterà un problema, anzi: già non vedo l’ora!”

Ultime notizie su Superbike

Cronaca, live timing e live blogging della gare Campionato Mondiale Motul FIM Superbike 2019 riservato alle moto derivate dalla serie. Superbike 2019 - calendario 1- Australia – Phillip Island Grand Prix [...]

Tutto su Superbike →