Road Racing: cancellato l'Ulster GP 2020

Annullata la prossima edizione della leggendaria corsa su strada in terra nord-irlandese: fatali i problemi finanziari dell'organizzazione

Gli organizzatori dell'Ulster Gran Prix hanno confermato ufficialmente oggi che l'edizione 2020 della corsa - tra gli eventi più importanti del Road Racing dopo Tourist Trophy e North West 200 - non avrà luogo.

La notizia era nell'aria da tempo a causa dei risaputi problemi finanziari che hanno afflitto l'organizzazione, con l'ascesa della pandemia del Coronavirus - che ha portato alla cancellazione di numerosi eventi e gare nell'ultimo periodo, MotoGP inclusa - che in questo caso sarebbe stata solo la "goccia" che ha fatto traboccare il proverbiale "vaso".

Questo lo stringato comunicato che ha ufficializzato la decisione dell'Ulster GP 2020, inizialmente programmato tra dal 5 all'8 Agosto:

"È con grande rammarico che il Dundrod and District Motorcycle Club, organizzatore dell'Ulster Grand Prix, è costretto ad annunciare che la corsa non si svolgerà nel 2020."

"Nonostante i numerosi incontri degli ultimi mesi con consiglieri, membri dell'assemblea legislativa, parlamentari, ministri e altre parti interessate, quest'anno non siamo riusciti a trovare il sostegno finanziario necessario per gestire l'evento. La crisi senza precedenti relativa l'epidemia di Coronavirus ha poi reso impossibile trovare una soluzione in questa fase."

Secondo quanto riportato da diversi organi di stampa locali, il maltempo che ha flagellato l'edizione dello scorso anno avrebbe avuto grosse ripercussioni sulla situazione finanziaria dell'organizzazione, tanto da lasciare un "buco" di 300.000 Sterline (circa 328.000 Euro agli attuali tassi di cambio) che aveva subito messo in forse la disputa dell'evento di quest'anno.

Solo un paio di settimane fa, lo storico Direttore di Gara Noel Johnston aveva rassegnato le sue dimissioni con effetto immediato proprio a causa dei recenti problemi finanziari che avevano colpito l'evento. Ricordiamo che anche il TT 2020 è stato cancellato solo un paio di settimane fa per l'emergenza Coronavirus.

  • shares
  • Mail