Africa Eco Race: Botturi è subito in testa

Alessandro Botturi, in sella alla sua WR450F, caratterizzata da una livrea che ricorda la mitica Ténéré degli anni '80, ha recuperato il gap di circa 2" dagli avversari, staccando il gruppo e conquistando, poi, la vittoria nella prima prova speciale.

Alessandro-Botturi-Yamaha

Seppur "all'ombra" della più celebre Dakar 2020, l'Africa Eco Race sta percorrendo le tappe della vecchia Parigi-Dakar, con un raid che porterà i piloti dal Marocco fino al Lago Rosa, in Senegal. Al comando troviamo il vincitore della scorsa edizione, il bresciano Alessandro Botturi.

Il pilota di Yamaha aveva deciso di affrontare la competizione "in difesa", se vogliamo prendere in prestito un termine dall'ambiente calcistico, ma il "Bottu" non ce l'ha fatta a resistere alla tentazione di dare gas: è partito con una vittoria nella prima prova speciale di 23 km, percorsa in 20' e 33", dopo diversi errori di navigazione e un repentino cambio di strategia.

Alessandro Botturi, in sella alla sua WR450F, caratterizzata da una livrea che ricorda la mitica Ténéré degli anni '80, ha recuperato il gap di circa 2" dagli avversari, staccando il gruppo e conquistando, poi, la vittoria. Dietro di lui Lyndon Poskitt e Felix Jensen.

Se la prima tappa si è svolta fra terreni sabbiosi e foreste, con una prova speciale e tanti trasferimenti, la seconda sarà contraddistinta da puro e crudo deserto, per un totale di 330 km.

  • shares
  • Mail