Africa Eco Race: Alessandro Botturi pronto al bis

"L'Africa Eco Race 2019 è stata una grande sfida sia in termini personali che tecnici. Torno in Africa, una terra che amo e che ogni volta mi lascia grandi emozioni, con l'obiettivo di poter lottare per le parti alte della classifica" - ha dichiarato il pilota bresciano.

africa-eco-race-botturi

Partirà fra poche ore la dodicesima edizione della Africa Eco Race e Alessandro Botturi è già pronto a replicare il grande successo dello scorso anno, in sella alla sua fedele Yamaha WR450F in configurazione rally e con una livrea dedicata alla mitica Ténéré degli anni '80, l'iconica endurona che rivoluzionò il segmento.

"L'Africa Eco Race 2019 è stata una grande sfida sia in termini personali che tecnici. Torno in Africa, una terra che amo e che ogni volta mi lascia grandi emozioni, con l'obiettivo di poter lottare per le parti alte della classifica" - ha dichiarato il pilota bresciano.

Dopo la partenza simbolica dal Museo Mille Miglia del 21 dicembre, domani, 4 gennaio, i piloti della Africa Eco Race partiranno dal Principato di Monaco alla volta di Tangeri, dove, dal 7 gennaio, comincerà il rally vero e proprio: saranno dodici tappe fra Marocco, Mauritania e Senegal con il tradizionale arrivo al Lago Rosa di Dakar il 19 gennaio, per un totale di 6.000 km

"Dopo la trionfale esperienza del 2019 Alessandro tornerà in Africa per riassaporare il gusto della sfida che solo i grandi rally regalano. Gareggerà per rinnovare la vocazione di Yamaha alla grandi sfide. Siamo stati i pionieri del rally avventura negli anni ottanta, intendiamo continuare ad aprire nuove "piste" guardando al futuro con i nuovi modelli adventure. Faccio a lui e a tutto il team un grande "in bocca al lupo" per questa impresa" - così ha commentato il CountryManagerYamaha in Italia, AndreaColombi.

  • shares
  • Mail