Motoslitta experience: sulla neve con 250cv (VIDEO)

Cime innevate, panorami mozzafiato e due Yamaha Sidewinter del Team Adventure di Madesimo (SO). Ecco come è andata…

Inutile dire che l’inverno è un periodo che mette a dura prova il desiderio di muoversi a bordo delle nostre amate moto e se è vero che in fatto di capi d’abbigliamento la tecnologia ha fatto passi da gigante consentendo di rimanere caldi e asciutti senza particolari problemi, è altrettanto vero che l’asfalto freddo e spesso umido non consentono la guida sportiva a “cuor leggero”. Quindi che fare? Possibile che si debba rinunciare a “scodellare” una bella manciata di cavalli?


Una soluzione c’è. Arriva in soccorso un’attività che molti conoscono solo da lontano, ma che merita di essere un tantino approfondita. Perché dietro alla parola motoslitta c’è un mondo, spesso composto da appassionati motociclisti che durante l’inverno non rinunciano affatto alla passione verso i motori, ne quella verso la natura unica, incontaminata e spesso “lunare” tipica dell’alta montagna.

Non manca nemmeno un pizzico d’avventura visto che la motoslitta consente, con brio e carattere, di visitare luoghi da sogno altrimenti irraggiungibili e, anche per questa ragione, è un’attività con diversi punti di contatto con la pratica dell’enduro e il cosiddetto adventouring. Naturalmente, anche in questo caso non bisogna dimenticarsi il rispetto delle regole, dei regolamenti e il buon senso, visto che si tratta di una pratica soggetta alle normative stilate dai vari comuni montani che permettono il percorrere di alcune vie e non altre.


Con tale premessa siamo andati a Madesimo, in provincia di Sondrio, e grazie alla complicità del Team Adventure (una delle migliori realtà di noleggio ed adventouring dell’intero arco alpino) abbiamo potuto mettere le mani su un paio di motoslitte di grande carattere e sostanza. Due Yamaha Sidewinter dall’alto contenuto sportivo, anzi… dinamitardo. Se già di base il modello 2019 è una vera bomba capace di sprigionare dal proprio motore a tre cilindri turbo la bellezza di 180cv, la versione 2018 che vedete nelle immagini nel colore rosso, ha subito, da parte del Team Adventure, alcune importanti modifiche capaci di incrementare la potenza nell’ordine dei 250cv.

Yamaha è una delle poche aziende impegnate in questa particolare produzione ed offre una discreta varietà di modelli, alcuni più turistici e da “lavoro” ed altri invece decisamente proiettati verso le prestazioni e le emozioni. La Sidewinter M-TX LE 162 che vedete nelle immagini è una Crossover votata alla guida sportiva ed efficace sia in neve fresca sia sulle piste battute. Il design è decisamente accattivante, linee moderne, tese ed aggressive; un mostro che mette in luce l’enorme cingolo posteriore, una sella tondeggiante per favorire gli spostamenti del pilota e il manubrio dritto, largo e dal carattere sportivo. Il motore è un tre cilindri da 998cc sovralimentato grazie ad un turbo compressore capace di regalare la bellezza di 180cv.


Pronti via è subito chiaro che la motoslitta, soprattutto in questa configurazione sportiva, ha bisogno di un approccio differente rispetto a qualsiasi altro mezzo terrestre e che la parola “moto” in realtà c’entra ben poco. Qua, per curvare veloce, è necessario sbilanciarsi parecchio verso l’interno della curva per tenerla piatta sul terreno e sfruttare l’appoggio degli sci anteriori. Il gioco è sporgersi per tenere giù la moto che altrimenti si alzerebbe sul fianco esterno senza tanti convenevoli. E poi via… sfruttando il comando del gas “a pollice” una particolarità in comune con le moto d’acqua che impedisce di “appendersi” al gas e commettere errori, non è difficile dosare il gas quando il percorso lo permette. Aprire il gas sul dritto è davvero inebriante; l’accelerazione è impressionante, ti strappa le braccia e nonostante il peso non sia da ballerina si ha anche una gustosa sensazione d’impennata, roba da dragster


Una cosa è certa, la motoslitta è davvero un oggetto particolare, diverso da tutti gli altri e che personalmente consiglio di provare almeno una volta della vita. Certamente è opportuno affidarsi a persone esperte, strutture adeguate capaci di offrire un’esperienza ricca di personalità, in sicurezza ed in armonia con la natura, che alla fine dei conti sembra essere il principale motore che spinge ad esplorare l’alta montagna e a riempirsi gli occhi degli incredibili panorami, il tutto sfruttando questi fantastici oggetti...
Un grazie di cuore per la disponibilità, collaborazione e pazienza del Team Adventure di Madesimo (SO)

  • shares
  • Mail