Yamaha investe in Grab, rivale di Uber

La casa motociclistica giapponese ha investito 150 milioni di dollari in Grab, il servizio asiatico di ride hailing che fa concorrenza a Uber.


yamaha investe in grab rivale uber
Anche Yamaha investe in Grab, la società di Singapore che con il sui servizi di ride hailing e logistica attraverso App per smartphone fa concorrenza a Uber nei paesi del Sud-Est asiatico: la casa dei tre diapason ha infatti deliberato un investimento pari a 150 milioni di dollari. Le due aziende collaboreranno in Indonesia.

Yamaha si aggiunge ad altri big della mobilità come Toyota, che nel giugno scorso ha versato 1 miliardo di dollari nelle casse di Grab, o Hyundai che in Grab ha già investito 250 milioni e alla società di Singapore fornisce la flotta di auto elettriche.

Grab e Yamaha collaboreranno in Indonesia dove già opera un altro concorrente: Go-Jek, una startup di Jakarta che come Grab offre un servizio di taxi in motorino. Secondo Yamaha l'investimento appena fatto permetterà anche ai driver di Grab di comprare più facilmente i motocicli prodotti Yamaha, grazie anche a prodotti finanziari appositamente studiati.


Yamaha, inoltre userà il know how di Grab per eventuali futuri prodotti destinati al ride hailing. Ma la cosa che probabilmente interessa di più al costruttore moto giapponese è semplicemente mettere un piede dentro Grab che, in Asia orientale, cresce a ritmi incredibili. Ha già totalizzato 125 milioni di dowload della App e gestito 2,5 miliardi di corse.

Negli ultimi tempi si è espansa anche ai settori del trasporto, della consegna del cibo a domicilio e persino dei pagamenti elettronici. Se continua a crescere con questo ritmo, Grab genererà presto una forte richiesta di ciclomotori urbani che, a questo punto, potrebbero essere in gran parte a marchio Yamaha.

  • shares
  • Mail