Moto2: Alex Marquez ha provato il nuovo motore Triumph

In pista ad Aragon c'erano anche Julian Simon e Ricky Cardus, collaudatori di Triumph e KTM. E il nostro Alex De Angelis

Alex Marquez, fratello del più noto Marc e attualmente terzo nella classifica iridata della Moto2, ha avuto l'opportunità di provare il nuovo pacchetto tecnico che equipaggerà le moto della middle class a partire dal 2019. Parliamo della nuova centralina unica Magneti Marelli ma soprattutto del tricilindrico Triumph da 765 cc, propulsore ereditato dalla Daytona 765 che sostituirà il quattro in linea Honda attualmente in uso.

Il pilota catalano, in forze al team Marc VDS, è il primo rider titolare a poter testare il nuovo motore: assieme a lui, che è sceso in pista con una Kalex, c'erano anche il sammarinese Alex De Angelis su una NTS e gli spagnoli Ricky Cardus e Julian Simon, rispettivamente collaudatori di KTM e Triumph. Tutti con il nuovo frullino a tre cilindri della casa di Hinckley.


"E' stato un buon test" ha dichiarato Marquez a fine giornata "il nuovo motore ha più potenza e rende necessario modificare lo stile di guida: è più simile a un propulsore da MotoGP e anche l'elettronica si avvicina a quella della Classe Regina, però in frenata la moto sembra un po' più pesante".

"Credo che questa novità cambierà abbastanza la categoria" ha concluso lo spagnolo "Tutto sarà più livellato, perché iniziamo da zero: c'è ancora molto lavoro da fare".


  • shares
  • Mail