Divergent Dagger: un'altra moto da stampare in 3D

L'americana Divergent 3D ha svelato la sua Dagger, una moto che - motore a parte - si può realizzare quasi tutta con una stampante 3D.

Non serve certo la "palla di cristallo" per prevedere che la stampa in 3D sarà una delle innovazioni tecnologiche che cambieranno maggiormente la nostra vita in futuro: già ora le sue applicazioni sono numerose e in costante aumento ed il suo ingresso in pianta stabile nell'industria motociclistica sembra ormai solo una questione di tempo. Ma c'è già chi sta provando ad anticipare tutti.

La statunitense Divergent 3D è tra i pionieri dell'utilizzo di questa tecnologia nell'automotive e sta lavorando già da tempo su una propria supercar da 700 CV chiamata Blade, ma recentemente - e piuttosto in sordina - ha mostrato anche il prototipo della sua prima moto: si chiama Dagger ed è stata assemblata - tanto per gradire - attorno al propulsore sovralimentato della Kawasaki Ninja H2. Al momento la natura di questo progetto Dagger è solo illustrativa, un "antipasto" per mostrare subito le potenzialità di questa idea.

Motore Kawasaki a parte, tutte le componenti principali della moto sono state stampate in 3D: telaio, forcellone e serbatoio sono tutti stati creati utilizzando questa tecnologia, a cui si è fatto ricorso per realizzare quante più possibili parti in metallo e fibra di carbonio. Il telaio della Dagger, in particolare, ci permette di apprezzare fino a che punto è arrivata la stampa in 3D nella realizzazione di elementi dalla forma complessa.

Come detto, la Dagger è stata recentemente presentata a Los Angeles in forma del tutto embrionale ma Divergent 3D non ha chiarito se intende andare realmente a fondo con questo progetto (aggiungendo gruppi ottici e quant'altro). Noi, dopo aver visto poco tempo fa anche la BIG M300 della polacca Zortrax - 'stampata' a sua volta in 3D - rimaniamo in attesa di vedere il prossimo step...

divergent-dagger-frame.jpg

  • shares
  • Mail