Dakar 2017: Yamaha Racing punta alla vittoria

Il team ufficiale della casa di Iwata pronto ad attaccare il podio della Dakar con Hélder Rodrigues, Adrien Van Beveren e il 'nostro' Alessandro Botturi

Mancano ormai solo un paio di settimane all'inizio della Dakar 2017 (clicca qui per tutte le info sul più importante rally-raid del mondo) e l'attesa per la corsa, soprattutto tra i tanti appassionati del genere, si fa sempre più spasmodica.

Dopo mesi di intensa preparazione, il team ufficiale Yamalube Yamaha Rally si appresta ad affrontare la nuova edizione della Dakar con grandi ambizioni, puntando senza mezzi termini a un piazzamento sul podio con il suo poker d'assi: il portoghese Hélder Rodrigues , il francese Adrien Van Beveren, l'italiano Alessandro Botturi e il 'portaborracce' australiano Rodney Faggotter, una formazione di tutto rispetto capitanata dal team manager José Leloir e dal DS Jordi Arcarons.

Prima di partire per il Sud America, il quartetto di piloti Yamaha ha messo bene in chiaro le sue aspettative per un'edizione della Dakar che si preannuncia nuovamente combattutissima e imprevedibile.

20147-dakar-2.jpg

Hélder Rodrigues è la vera 'punta di diamante' del team di Iwata e la prossima sarà la sua 11a partecipazione alla Dakar. Il pilota lusitano spera di mettere a frutto la sua grande esperienza per centrare un risultato di prestigio con la nuova WR450F Rally:

"Sono molto ottimista: possiamo raccogliere un risultato positivo alla prossima Dakar! Tutti i membri del nostro team hanno fatto un lavoro incredibile durante la stagione 2016, siamo riusciti a sviluppare una moto che credo sia in grado di vincere la Dakar. Durante il 2016 ho anche lavorato molto per migliorare la mia condizione fisica e l'abilità nella navigazione. Questa sarà la mia 11a partecipazione a questa corsa, ma la mia motivazione è più alta che mai."

"Sento che ora abbiamo messo tutti i pezzi del puzzle al posto giusto ed è quindi giunto il momento di dimostrare cosa siamo capaci di fare. Sono arrivato sul podio tre due volte in passato, quindi so bene quello che serve per raggiungere la vetta. Il mio obiettivo per il 2017 è quello di ottenere il massimo e credo che abbiamo tutti gli strumenti affinché questo possa accadere".

2017-dakar.jpg

L'anno scorso, alla sua prima partecipazione, l'allora debuttante Yamalube Yamaha Official Rally Team ottenne il suo miglior risultato con Adrien Van Beveren, 6° assoluto a fine gara. Per quest'anno, il transalpino spera di ottenere ancora di più:

"Sono davvero impaziente di correre questa Dakar. L'anno scorso ho imparato molto e ora voglio utilizzare questa esperienza a mio vantaggio. La gara è lunghissima e il mio obiettivo è quello di rimanere concentrato fino all'ultimo momento. Fisicamente sto probabilmente nelle migliori condizioni in cui sia mai stato e anche mentalmente mi sento molto forte. Sono più maturo e sicuro di poter lottare con i più forti."

"Mi sto avvicinando questo Dakar con entrambi i piedi per terra: so di essere veloce, ma questa non è la cosa più importante in questa corsa. Quello che è davvero importante per me è evitare gli errori e continuare a spingere per dare del mio meglio fino agli ultimi metri. Se tutto va secondo i piani, so che posso arrivare in alto".

20147-dakar-3.jpg

Alessandro Botturi rappresenta la 'grande speranza' del contingente italiano alla Dakar 2017. Recuperata la forma fisica, il possente ex-rugbista bresciano proverà a dire la sua per le posizioni che contano:

"Sento che la Dakar 2017 è probabilmente la mia migliore occasione di sempre per mostrare ciò di cui sono capace in questa corsa. L'anno scorso mi era stato assegnato il compito di assistere Hélder ogni volta che avesse avuto bisogno del mio aiuto, ma questo è tutto nel passato perché nel 2017 sarò libero di fare la mia corsa dall'inizio alla fine."

"Il mio obiettivo è semplice: voglio finire ogni tappa nella top 10. So che se rimango concentrato su questo obiettivo potrei finire anche in un'ottima posizione finale in gara. C'é una straordinaria atmosfera all'interno del team e la nuova WR450F Rally è più potente e super-affidabile. Ora tocca a noi dimostrare ciò che siamo in grado di fare".

2017-dakar-yamaha.jpg

Rodney Faggotter sarà l'uomo 'di fatica' che si metterà al servizio dei tre capitani, Rodrigues in primis. Il pilota australiano è pronto a svolgere con diligenza il suo ruolo:

"Ho lavorato molto duramente negli ultimi mesi e non vedo l'ora di affrontare questa sfida straordinaria. Il mio obiettivo è semplice: fare del mio meglio per aiutare i miei compagni di squadra e dare tutto me stesso per un buon risultato finale. Questa sarà la mia terza partecipazione alla Dakar e sono felice di essere in un team così professionale. L'atmosfera all'interno del gruppo è ottima, abbiamo una moto incredibile e credo che siamo nella posizione migliore per ripagare per tutto il duro lavoro e i sacrifici che tutti abbiamo fatto negli ultimi mesi".

La 39a edizione della Dakar inizierà il 2 Gennaio ad Asuncion, in Paraguay (paese incluso per la prima volta nel percorso), con 146 moto al via pronte ad affrontare un'avventura di 8.818 km nel cuore del Sud America. Dopo il Paraguay, i concorrenti attraverseranno poi Bolivia e Argentina per chiudere la gara a Buenos Aires il 14 Gennaio.

20147-dakar-4.jpg

  • shares
  • Mail