Lite nel traffico di Motegi, arrestato Wayne Gardner

Spiacevole disavventura per Wayne Gardner: l'iridato 1987 è rimasto coinvolto in un lieve incidente stradale degenerato poi in una piccola rissa, che gli è costata un'accusa di aggressione e lo stato di fermo da parte delle autorità giapponesi

wayne-gardner-12jpg

Non è stato un week-end facile per l'ex-iridato Wayne Gardner, presente in Giappone a supporto del figlio Remy che corre in Moto2. Pare che il detentore del Mondiale 500 del 1987 (titolo conquistato in sella a una Honda NSR500) sia rimasto coinvolto in un leggero incidente stradale alle porte del Twing Ring Motegi, degenerato poi in una piccola zuffa.

La dinamica del fattaccio, avvenuto domenica mattina, non è ancora del tutto chiara: pare che l'automobile su sui viaggiava Gardner, guidata probabilmente dal figlio, abbia urtato un'altra macchina proprio nei pressi del circuito. Sarebbe quindi scoppiato un alterco che ha visto Wayne giungere alle mani con gli occupanti dell'altra vettura coinvolta.

wayne_gardner-1.jpg

Il 57enne Campione del Mondo è stato quindi arrestato con l'accusa di aggressione e trattenuto in custodia dalla polizia giapponese: l'australiano ha respinto tali accuse, affermando di essersi limitato a liberarsi dalla stretta dell'uomo che lo stava strattonando.

La disavventura ha inoltre compromesso la sessione di prove mattutina di Remy: il giovane Gardner ha infatti saltato il Warm-Up, e probabilmente non nel miglior stato psicologico ha chiuso la gara in una modesta 19^ piazza.

wayne_gardner-2.jpg

Non è chiaro se le autorità giapponesi abbiano già dato ai due permesso di lasciare il Sol Levante per mettersi in viaggio per Phillip Island, dove si terrà il prossimo round del Mondiale nonchè gara di casa per Gardner e figlio: nel circus iridato dei tempi di Wayne episodi simili non sarebbero certo stati una novità, ma i tempi sono cambiati e con gli intransigenti gendarmi giapponesi non si scherza affatto...

wayne-gardner-4jpg

  • shares
  • Mail