Yamaha XSR700 Otokomae by Ad Hoc Cafè Racers

Un po’ streetfighter, un po’ tracker… è la Otokomae, un’appariscente Yamaha XSR700 modificata dai catalani di Ad Hoc Cafè Racers

“Bella” non è certo la definizione più indicata per questa special, ma non si può dire che ai catalani di Ad Hoc Cafè Racers sia mancato il coraggio di osare: sicuramente, in sella alla Otokomae è difficile passare inosservati, vista la forte personalità del mezzo che vi presentiamo quest’oggi.

La base di partenza è la Yamaha XSR700, la naked retrò nata da una costola della best seller MT-07. Di vintage, in questo Frankenstein motociclistico, c’è rimasto davvero poco, a partire dalla vivida livrea giallo-azzurra: un po’ street-tracker, un po’ moto post-atomica, un po’ street fighter, la Oktomae è solo l’ultimo esempio di quante declinazioni nel campo della personalizzazione possa avere la fortunata serie delle bicilindriche parallele dei Tre Diapason.

Il notevole impatto estetico di questa special non deve però far pensare che la guidabilità sia stata sacrificata a favore del look: l’intenzione di David Gonzalez, patron di Ad Hoc, è stata fin da subito quella di coniugare un aspetto accattivante e provocatorio al piacere di guida garantito da componentistica di prima scelta.

yamaha-xsr700_otokomae-24.jpg

A questo proposito, all’anteriore troviamo numerosi elementi presi in prestito niente meno dalla media supersportiva di casa Yamaha, la YZF-R6: ereditata dalla 600cc di Iwata è ad esempio la forcella anteriore, che stringe la ruota a raggi Borrani (storico fornitore milanese della Ferrari negli anni ’60).

Ma di meneghino, in questa appariscente special, c’è dell’altro: a vestire la coppia di Borrani ci sono infatti pneumatici Pirelli Anakee 3, mentre l’impianto di scarico è un SC Project con un look decisamente racing.

yamaha-xsr700_otokomae-9.jpg

Il faro anteriore è un must della personalizzazione: si tratta del fanale della MT-01, mastodontica muscle-bike costruita a metà degli anni 2000 ed equipaggiata con un V-Twin da 1700cc. Al posteriore, invece, trova spazio solo minimalisti LED.
La sella lascia poco spazio alla possibilità di portare un passeggero: la Otokomae è una motocicletta da godersi in solitudine, sfoggiando tutto il suo animo ribelle.

yamaha-xsr700_otokomae-16.jpg

I Video di Motoblog

Ultime notizie su Yamaha

News e anteprime delle moto Yamaha. XJ6, R6, R1, FZ8, Super Ténéré 1200 e tutti i modelli storici, collezionismo, foto spia, concept, prezzi, prestazioni, schede tecniche, prove su strada, presentazioni, commenti e anteprime.

Tutto su Yamaha →