CIV Moto3 Vallelunga, il canto dei nuovi “galletti” sotto il diluvio

Nei due round della Moto3 del Campionato Italiano Velocità di Vallelunga si sono già visti dei giovanissimi piloti interessanti…

I primi due round del CIV a Vallelunga sono stati caratterizzati, specie in MOTO3, dal maltempo che, ovviamente, ha inciso anche sui risultati. Quando la pioggia battente – a tratti un vero e proprio diluvio – imperversa sulla linea di partenza e nei momenti clou della gara è chiaro che la classifica ne viene condizionata.

Ciò senza nulla togliere alla legittimità dei risultati e al valore dei piloti che li hanno raggiunti, anzi, ancor più significativi perché ottenuti in condizioni mutevoli ed a tratti, estreme. Non torniamo sulla cronaca dei due round di sabato e domenica dove, appunto causa il rincorrersi dei temporali, è successo di tutto e di più.

Lo svolgimento delle due gare e i risultati conclusivi mettono in evidenza un dato significativo: il CIV MOTO3 resta una importante fucina per il vivaio “tricolore” e un trampolino di lancio per i nostri “galletti”, alcuni dei quali diventeranno presto “giovani leoni”, come dimostra la presenza dei talenti italiani nel Motomondiale della categoria cadetta e nel Cev mondiali.

Sul podio di Gara 1 sono saliti il 15enne Nicholas Spinelli (riesce nell’impresa di cadere, rialzarsi e vincere…), il 16enne Bruno Ieraci (secondo), il rookie non ancora 15enne Celestino Vietti Ramus, già “cannibale” della PreMoto3 2015. Questi tre piloti hanno meno di 48 anni in tre!

In Gara 2 vince il 17enne Mattia Casadei, per nulla intimorito dai due voli in Gara 1, con i … “soliti” Ieraci e Vietti Ramus ancora sul secondo e terzo gradino del podio. Tanto di cappello a questi ragazzini terribili (e anche ai rispettivi Team con moto da … mondiale) in grado di sfidare maltempo e avversari dimostrando capacità tecnico-agonistiche e carattere davvero rimarchevoli. In queste situazioni, si sa, ci sono quelli che mancano all’appello finale, traditi da problemi diversi – cadute, difficoltà tecniche, problemi di messa a punto – soprattutto legati a una sola parola: iella.

CIV Moto3 Vallelunga

Ci riferiamo in particolare a piloti già “affermati”, di fatto “seniores”, oltre il crinale dei … 16 anni, per primi tre 19enni di gran lignaggio: il campione del Civ Moto3 2014 Manuel Pagliani e Alessandro Torlaschi (entrambi ko per caduta in entrambi i round) poi Simone Mazzola, invece in corsa con due prestazioni davvero notevoli (quarto e settimo) considerando il gran volo di venerdì in Q1 e i sopravvenuti problemini tecnici a metà di gara2 quando il pilota capitolino, in grande rimonta, stava attaccando i battistrada. Un plauso veloce al 16enne Kevin Sabatucci, finalmente capace di sconfiggere la iella e tagliare il traguardo (bel sesto) in Gara2.

La classifica vede Ieraci (40 punti), Spinelli (38), Casadei (36), Vietti (32), Mazzola (22) nella top five ma è indubbio che Pagliani, Torlaschi, Mazzola (insieme a giovanissimi come Stefano Nepa ecc.) torneranno presto a battagliare per il podio e per la vittoria già dai prossimi due round del Mugello, il 2 e 3 luglio.

CIV Moto3 Vallelunga

Ultima considerazione (per adesso): le moto in campo. Di gran qualità: 6 Ktm, 4 Mahindra (di cui 2 Peugeot), 8 Honda (più due …”derivate” Geo e Ftr), 3 Tm, 1 Rmu, 1 Kymco-Oral. Davvero uno sforzo notevole fatto dai rispettivi Team che avvalora ulteriormente questi piloti giovanissimi, già capaci di interpretare al meglio moto Grand Prix certamente non facili da mettere a punto e da guidare.

Insomma, un Civ Moto3 2016 che parte con il piede giusto dimostrando di aver fatto un ulteriore salto di qualità. Solo il maltempo ha voluto metterci lo zampino per rovinare la festa. Ma a Giove Pluvio – si sa – non si comanda.

CIV Moto3 Vallelunga

I Video di Motoblog

Ultime notizie su Moto3

Tutto su Moto3 →