Modificata la Legge 168/2005

VigileA Milano si dice : Putost che nient l'è mei putost (piuttosto che nulla è meglio piuttosto)!

Il Senato ha approvato ieri sera la modifica della Legge 168/05, che prevedeva la confisca del motoveicolo nel caso in cui il guidatore avesse compiuto una serie di infrazioni, alcune delle quali di assoluta scarsa importanza.

La 168/05 mantiene la confisca solo nel caso in cui si compia un reato utilizzando un motoveicolo nel caso di guida senza casco e
trasporto di un passeggero quando questo non sia consentito. Per tali infrazioni è previsto il fermo amministrativo (''sequestro'') del motoveicolo per 90 giorni, con custodia presso un deposito indicato dall’Autorità che eroga la sanzione.

La Legge 168/05 prevede anche una norma transitoria, che riguarda tutti i motoveicoli sottoposti a confisca nel periodo in cui è rimasta in vigore la norma originaria: la confisca sarà trasformata in un fermo amministrativo di 90 giorni, tranne nel caso il motoveicolo sia stato utilizzato per compiere un reato.

''Si tratta di una decisione che rende giustizia a tutti i motociclisti – ha dichiarato il Presidente della FMI, Paolo Sesti- Una decisione che corregge una situazione di assoluta e ingiustificata severità, a fronte di infrazioni che in alcuni casi apparivano assolutamente marginali. Desidero ringraziare ufficialmente tutti i senatori della VIII Commissione Lavori Pubblici del Senato, che hanno collaborato alla modifica della Legge con i loro emendamenti.

Così come ringrazio con uguale calore tutti i senatori che con la votazione in Aula di questa sera hanno posto riparo a quello che si era dimostrato un vero atto di ingiustizia nei confronti degli utenti delle due ruote. Voglio ringraziare infine e sopratuttto il Ministro dei Trasporti Pietro Lunardi, che ha voluto seguire passo per passo l’iter della modifica alla Legge''
. [via F.M.I]

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: