Rubare le moto non è così difficile

Lupin III steal motorcycle


Un'inquietante intervista ad un ladro di moto è stata pubblicata dagli amici di Motonline.

L'esperto parla di tutti gli espedienti utili per rubare una moto in qualsiasi situazione.

Vengono descritte le tecniche e i congegni meccanici, elettronici e chimici, utilizzati nella fase di furto e scasso del veicolo.

Devo dirvi onestamente che certe cose proprio non le sapevo e mi ha stupito la facilità con cui un abile malfattore può portarsi via la vostra amata 2 ruote.

Immobilizer:

Il metodo più frequente è quello di caricarle sul furgone, oppure qualcuno gira anche con centraline scodificate che collega con fili volanti per far partire il motore.”

Antifurti elettronici:

"Esiste il duplicatore di telecomandi antifurto: è sufficiente avere a portata di mano il telecomando per alcuni secondi e avvicinandoci il duplicatore se ne copia il segnale.
Certi duplicatori ti permettono di fare questo anche a distanza
."

Serrature:

Ci sono grimaldelli e chiavi simulatrici per tutti gli antifurto meccanici che si acquistano su internet ad un prezzo di 40-200 euro, a seconda del modello.
Per i classici lucchetti a “U” basta anche la lamiera di una lattina per aprirli.
Diciamo che con 10 secondi si aprono: basta infilare un lamierino sottile intorno al perno, dalla parte che rimane attaccata al corpo del lucchetto
.”
(Questo mi vien buono anche per l'armadietto della palestra di cui ho perso la chiave...)

Azoto liquido e solventi chimici:

Se infili l’anello di una catena nell'azoto poi lo spacchi facilmente con il martello. Però è costa caro ed è pericoloso da usare.
Per le serrature più scadenti è meglio allora utilizzare il propellente di alcune bombolette spray
.”

Ora sicuramente sarete curiosi di vedere un sito che vende attrezzature per forzare serrature?

Allora fatevi un giro tra i video di Locksmith Tools.

Se volete difendervi da questi manigoldi il consiglio di Motonline è quello di utilizzare più antifurti insieme oppure di utilizzare un sistema di DataTag.

Ovvero un kit moto che comprende 3 trasponder DAT 300, per telaio, ruote e 1 trasponder DAT 100, per la sella.

Tali componenti vanno inseriti e incollati all’interno delle parti meccaniche, in modo che non siano visibili e in modo che la loro rimozione danneggi irreparabilmente i pezzi marcati.

Il Kit moto costa 210 euro, mentre quello per scooter, che ha trasponder di tipo differente, è venduto a 185 euro, IVA e installazione comprese.

  • shares
  • Mail
43 commenti Aggiorna
Ordina: