MotoGP, Poncharal: "Marc Marquez è il nuovo Valentino Rossi"

Il boss del team Yamaha Tech3 valuta i rapporti di forze tra i big della MotoGP 2015: "Marc è un vero animale, una macchina. Ma non è imbattibile..."

poncharal (01)

MotoGP 2015 - In una lunga intervista rilasciata a Crash.net - in cui ha toccato tutti i principali temi della MotoGP 2015 - il numero uno del team Yamaha Tech3 Hervè Poncharal ha anche fatto alcune interessanti valutazioni riguardo ai rapporti di forza tra i favoriti per il titolo, una cerchia che anche per quest'anno sarà probabilmente ristretta ai soli piloti dei team factory di Honda e Yamaha.

Il team manager francese, che ormai da anni gestisce il team satellite Yamaha nella Premier Class del Motomondiale - nel 2015 in pista con i riconfermati Pol Espargarò e Bradley Smith - non ha potuto che prendere atto della attuale egemonia del Campione del Mondo Marc Marquez, vincitore degli ultimi due titoli e vorace distruttore di tutti i record che gli sono capitati a tiro:

"Di sicuro Marc è stato incredibilmente forte l'anno scorso e l'anno prima. Qualcuno ha detto che è stato più impressionante nel 2013 che nel 2014, ma io non sono d'accordo perché vincere le prime 10 gare su 10 è un bel risultato.[...] Mick [Doohan] è stato assolutamente dominante per molti anni, era l'uomo da battere, poi è arrivato Valentino [Rossi] ed era lui l'uomo da battere. Sta ancora facendo bene, ma a quei tempi era incredibilmente forte, sia con la Honda che con la Yamaha. Poi è arrivato Casey [Stoner] ed è diventato lui il riferimento, ma ha scelto di smettere presto e ora abbiamo Marc [Marquez]."

"Adesso Marc è il nuovo riferimento: è il nuovo Mick, è il nuovo Vale. Non voglio togliere nulla a Vale, Jorge e Dani, ma chiaramente ciò che Marc ha fatto nel 2013 e nel 2014 mi ha colpito di più. Inoltre, non possiamo dimenticare che Marc è il più giovane dei quattro, con minore esperienza in MotoGP, e questo vuol dire che, sulla carta, è quello che ha il maggior margine di miglioramento."

yamaha tech3 2014

Da uomo-Yamaha, Poncharal ovviamente si augura che le moto dei tre diapason siano in grado di sfidare il fenomeno di HRC nel 2015. Il devastante inizio di stagione di Marquez di quest'anno ha letteralmente ammazzato il campionato prima della pausa estiva, e Poncharal - come la maggioranza degli appassionati - spera di non rivedere quel genere di dominio schiacciante anche quest'anno:


"Spero davvero Jorge e Vale riescano a dargli del filo da torcere quest'anno. Sarà molto importante dare una dimostrazione di forza già nella gara di apertura in Qatar, più che nei test in Malesia, quando il tempo sul giro dipende sempre dal momento della giornata e dalla temperatura. L'anno scorso, il grande duello tra Vale e Marc in Qatar è stato un segno di come sarebbe andato il campionato, e la vittoria di Marc fu molto importante per lui. Era stato in grado di dimostrare la sua autorità fin dall'inizio, con Vale che aveva dimostrato di poter lottare, mentre Jorge si era perso completamente."

"Come abbiamo visto nelle sue battaglie in pista, Marc è un vero animale. E' una macchina. Come Vale in passato, Marc è il nuovo riferimento. Mi piacerebbe vedere la Yamaha vincente nel 2015, è possibile: sia Vale che Jorge avranno le loro possibilità, ma se se dovessi scommettere dei soldi direi che Marc sarà molto difficile da battere."

"D'altra parte, non dobbiamo dimenticare la seconda parte dello scorso anno, con la Yamaha era diventata molto forte. Penso che la Yamaha in questo momento abbia un pacchetto molto equilibrato. Non sapremo mai quale moto è la migliore, ma la Yamaha è stata davvero impressionante nella seconda metà del 2014 e penso che il pacchetto sarà molto forte anche nel 2015."

poncharal 2015

Per la nuova stagione, Poncharal si affida quindi ai piloti del team factory per risollevare le sorti sportive della casa di Iwata. Ed entrambi, a suo dire, partiranno con ottime motivazioni per fare bene:

"Dipenderà tutto da Jorge e Vale, e speriamo che anche i nostri due ragazzi [Pol Espargarò e Bradley Smith] riusciranno a dare qualche grattacapo a Marc. Marc non è imbattibile. Quello che ha fatto è più che impressionante, ma ora Vale ha quasi la sua ultima possibilità di vincere il suo 10° titolo e Jorge ha bisogno di dimostrare, anche per il suo futuro, di poter essere ancora il più forte. Pol sarà al suo secondo anno in MotoGP e dovrà dimostrare che può correre al livello dei migliori. E lo stesso vale per Bradley."

Osservando quanto è migliorato Vale, e guardando le sue immagini nel 2004 e nel 2014, ti accorgi che il suo stile di guida è davvero cambiato tanto. Penso che Marc abbia chiaramente spinto tutti a migliorarsi e sarà davvero interessante vedere come gli altri risponderanno."

herve poncharal

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail