Prima storica vittoria di Husqvarna alla Dakar 2012

Joan Barreda

Ieri Joan Barreda ha regalato ad Husqvarna la prima storica vittoria di tappa nella Dakar 2012. Un bel regalo per il Husqvarna Rallye Team by Speedbrain che lo spagnolo ha portato, arrivando al bivacco di Arica, a pochi chilometri dal confine con il Perù, al termine di una speciale sofferta e combattuta. Un risultato raccontato dallo stesso Joan Barreda.

"Stamattina ero partito forte, ho spinto subito fin dai primi chilometri perchè mi sentivo bene e volevo portare a casa un bel risultato. Stavo andando a riprendere Coma e Despres che partivano davanti a me quando all’improvviso, in una curva molto rapida, ho battuto forte il piede destro in una pietra e mi si è girato completamente il ginocchio. I legamenti hanno subito un fortissimo choc e nei 15, 20 chilometri dopo ho rallentato perchè il dolore era davvero fortissimo. Arrivato al rifornimento i medici dell’organizzazione che sono sempre presenti, mi hanno visitato velocemente e mi hanno dato degli antidolorifici, addirittura tre pastiglie. A quel punto il dolore è scomparso, l’adrenalina è entrata in circolo e io sono partito‚ full gas.

Ho recuperato gli altri due piloti e ho viaggiato per un po‘ insieme a loro, fino a che, in un punto della ps ognuno ha scelto una direzione diversa. Io sono rimasto più vicino a Marc perchè ero convinto che fosse la direzione giusta, e difatti dopo poco l’ho ripreso e a pochi chilometri dall’arrivo l’ho superato. Vincendo la mia prima tappa della Dakar."

Il morale è alle stelle anche se Paulo Goncalves invece ha avuto qualche problemino cadendo malamente e battendo molto forte la gamba destra. E' ripartito riparando come possibile la sua Husqvarna TE 499 RR by Speedbrain, soprattutto la carena e fissando come possibile la strumentazione ed è riuscito ad arrivare al bivacco, dodicesimo di tappa, contenendo i distacchi dagli avversari. Un’azione da eroe di altri tempi che la dice lunga sulla forza di volontà del pilota portoghese.

Bene anche Josè Manuel Pellicer, oggi 19° di speciale davanti a Ze Helio che ha chiuso 27° assoluto. Ora la classifica generale vede Paulo Goncalves in settima posizione mentre Barreda risale in 14. davanti e al brasiliano Ze Helio 21° e a Pellicer, 22°.
Domani si entra in Perù, con la tappa Arica- Arequipa. Che sarà più lunga per le due ruote. I piloti lasceranno il bivacco alle 4 di mattina per passare la frontiera e da lì affronteranno una speciale di 534 chilometri che li porterà ad un bivacco diverso da quello delle auto e dei camion. Per loro si tratta di una tappa marathon e quindi non potranno contare sull’appoggio dei loro meccanici.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: