Autovelox nascosti a Forlì. Municipale indagata

Lo scandalo che qualche tempo fa ha rovinato la festicciola a molti comuni più o meno onesti, non sembra aver dato una lezione concreta a qualche individuo che ancora gioca con gli Autovelox, a discapito del povero utente della strada che viene multato in modo non regolare. E’ accaduto a Forlì, dove la polizia ha

Lo scandalo che qualche tempo fa ha rovinato la festicciola a molti comuni più o meno onesti, non sembra aver dato una lezione concreta a qualche individuo che ancora gioca con gli Autovelox, a discapito del povero utente della strada che viene multato in modo non regolare. E’ accaduto a Forlì, dove la polizia ha condotto una vera e propria operazione per scovare i responsabili di 45.000 verbali poco onesti.

I dispositivi di rilevazione della velocità venivano occultati in zona Roncofreddo, Verghereto e sulla E45, e tutti sappiamo che il posizionamento di questi ultimi deve essere sempre ben segnalato per dare modo agli utenti di rallentare. I soldi entrati al comune sono tanti, e 19 persone sono finite sul registro degl indagati.

La gravità del gesto, sta soprattutto nel fatto che non veniva semplicemente omessa la segnalazione, ma veniva proprio occultato il dispositivo. Un’altra aggravante si legge in una nota: “La successiva gestione dei proventi delle contravvenzioni e la ripartizione delle somme riscosse avveniva, in violazione delle previsioni di legge di cui all’art.208 del Codice della strada, con distrazione di fondi dalle destinazioni obbligatorie, in particolare per quelle da destinare alla tutela dell’utenza debole”.

via | RomagnaNoi

I Video di Motoblog

Ultime notizie su Varie

Varie

Tutto su Varie →