La Toscana vince il Trofeo delle Regioni Motocross 2013

La Toscana ha vinto il Trofeo delle Regioni Motocross 2013 che si è svolto nel weekend del 21 e 22 settembre presso il Circuito Internazionale del Santa Barbara, a Ponte a Egola.

a:2:{s:5:"pages";a:3:{i:1;s:0:"";i:2;s:9:"Programma";i:3;s:7:"Squadre";}s:7:"content";a:3:{i:1;s:10817:"Trofeo delle Regioni Motocross 2013

La squadra della Toscana A si è aggiudicata l’ambito trofeo anche grazie agli assoli di Isdraele, Bandini e Laurenzi vincitori di una manche ciascuno. Seconda classificata la Lombardia A, poi Piemonte A, Marche A e quinta Emilia Romagna A. Sabato, nella sessione di prove cronometrate, che stabiliscono le griglie di partenza per ogni categoria in base alla somma delle posizioni dei piloti impegnati nelle rispettive squadre, come vuole il regolamento di questa manifestazione, si sono imposte la Toscana A, seguita dal Piemonte A, terza la Lombardia A. I tempi hanno decretato come pilota più veloce Filippo Debbi nella MX1, Lorenzo Cucini nella MX2, Tommaso Romano Isdraele nella 125 e Mauro Moretto nella Veteran Over 40.

Alla fine la Toscana A si è riconfermata con il quartetto più forte dell’intero lotto, mentre da segnalare l’ottima prestazione della Lombardia A che si è meritatamente aggiudicata il secondo gradino del podio. Terzo posto per il Piemonte A. A causa di qualche errore di troppo ma anche della sfortuna, in difficoltà Marche ed Emilia Romagna che quest’anno sono retrocesse al quarto e quinto posto finale.

Da segnalare anche lo spettacolo offerto dai vari protagonisti in pista con vincitori tutti diversi in ogni manche disputata, segno di grande equilibrio. Dopo la prime manche disputate la mattina la situazione vedeva al comando la Toscana seguita dalle Marche poi il piccolo passo falso da parte di alcuni protagonisti e la sfortuna dovuta a guai meccanici di altri, come la moto che borbottava a Toccaceli (Emilia Romagna A) hanno penalizzato la compagine giunta seconda l’anno passato (Marche) ma anche l’Emilia Romagna.

Trofeo delle Regioni Motocross 2013
Trofeo delle Regioni Motocross 2013
Trofeo delle Regioni Motocross 2013
Trofeo delle Regioni Motocross 2013

Cronaca della gara


Gara a senso unico quella della prima manche MX1 che con l’abbassarsi del cancelletto ha visto l’hole shot di Leonardo Amadio (Marche A) seguito da Filippo Debbi (Emilia Romagna A) che già nel corso della prima tornata ha preso le redini della corsa involandosi al comando fin sotto la bandiera a scacchi, vani anche i tentativi di Andrea Laurenzi (Toscana A), rinvenuto dalla quarta piazza iniziale, di attaccare l’emiliano che ha resistito sino all’ultimo; da dire che Laurenzi, a metà corsa, ha scalzato dalla seconda posizione Amadio che alla fine ha chiuso in quinta piazza. Ottimo terzo Stefano Barbieri (Lombardia A). Successo pieno in gara 2 per Laurenzi che azzeccava la partenza davanti ad Amadio e Fusconi. Laurenzi non è mai stato intimorito da nessun avversario vincendo così indisturbato. Seconda posizione per Debbi che al quarto giro ha avuto la meglio su Amadio, terzo.

Stesso copione per quanto riguarda la prima frazione della MX2 che ha visto la partenza fulminea di Lorenzo Cucini (Toscana A) seguito a ruota da Luca Sozzi (Emilia Romagna B). Cucini ha condotto al comando una gara eccelsa in cui il margine imposto sugli avversari è stato incolmabile, purtroppo per lui dopo l’euforia della vittoria c’è stata la doccia fredda della prova fonometrica non idonea che l’ha penalizzato di 5 posizioni. Vittoria andata dunque a Luca Pedica (Marche B) che aveva chiuso alle spalle di Cucini. C’è da dire che Pedica si è prodigato in una gara magistrale che l’ha portato dalla quarta piazza iniziale alla vittoria finale acquisita grazie ai guai di Cucini. Seconda e terza posizione, rispettivamente, per Nicola Matteucci (Toscana B) e Davide Ruzzi (Marche A). Seconda gara con un duo di tutto rispetto partito al comando della corsa, sono Gianluca Deghi (Lombardia A) seguito da Cucini. Il toscano tenta di accorciare le distanze ma il lombardo non si fa sorprendere mantenendo il giusto vantaggio così Cucini desiste accontentandosi della posizione facendo, giustamente, gioco di squadra. Terzo posto per il marchigiano Pedica.

Classe 125 all’insegna di un bravo Alessio Della Mora (Marche A) che per l’occasione è ritornato sulla piccola ottavo di litro confermando di non aver perso lo smalto che l’ha proiettato sulle scene nazionali della specialità qualche stagione fa. Dopo l’hole shot di Joakin Furbetta (Lazio A), Della Mora ha preso le redini della prima manche alla seconda tornata dopo aver scalzato dalla testa della corsa il laziale. Dietro a Della Mora, che si è involato verso la vittoria, grande bagarre per le posizioni di rincalzo. Alla fine l’hanno spuntata Jacopo Schito (Puglia A) e Romano Isdraele (Toscana A) rispettivamente secondo e terzo con quest’ultimo in grande rimonta dalla sesta posizione iniziale. Nella frazione conclusiva è ancora Furbetta ad essere il più veloce su tutti ma già nel corso della prima tornata viene sorpassato da Tommaso Romano Isdraele (Toscana A) che ha guidato al comando per tutti i giri previsti seguito da Furbetta, terzo ha chiuso Filippo Lucaroni (Umbra A).

Prima gara della Veteran Over 40 ha visto l’hole shot di Enrico Fusconi (Emilia Romagna A) che però ha perso il comando della corsa durante la sesta tornata ad opera di Vincenzo Lombardo (Sicilia A). Il primato del siciliano è durato però un solo giro perché la testa viene conquistata di prepotenza da Pierluigi Bandini (Toscana A) che poi chiude vittorioso. Sul finire di manche altro exploit di Manlio Giachè (Marche B) che ha conquistato la terza posizione ai danni di Fusconi. Ultima manche che chiude la giornata: al via il più lesto è Marco Dal Bo (Lazio B) ma è Manlio Giachè (Marche B) ha prendere il comando sin sotto la bandiera a scacchi. Secondo chiude il vincitore di gara 1, Bandini, mentre terzo è Fusconi.

Trofeo delle Regioni Motocross 2013
Trofeo delle Regioni Motocross 2013
Trofeo delle Regioni Motocross 2013
Trofeo delle Regioni Motocross 2013

Aspettando l'edizione 2013


Dopo il successo delle edizioni precedenti è ancora il Trofeo delle Regioni Motocross a riaprire la stagione agonistica dopo la pausa estiva. Anche quest'anno la manifestazione, che si svolgerà in prova unica, raccoglie la sfida delle squadre di molte regioni. Il Trofeo delle Regioni resta sempre intitolato alla memoria di Alberto Morresi. FX Action è stata chiamata ancora una volta ad essere presente come supporto all’organizzazione dell’ormai navigato sodalizio toscano.

La formula di gara per il Trofeo delle Regioni prevede che ciascun Comitato Regionale FMI possa schierare da una ad un massimo di due squadre. Le squadre iscritte potranno essere massimo 2 (due) per regione (A-B), ciascuna composta da un massimo di 4 piloti, uno per classe, a un minimo di 3 piloti: 1 pilota MX1, 1 pilota MX2, 1 pilota 125, (piloti nati dopo il 31 dicembre 1994 in possesso di licenza fuoristrada, o piloti che abbiano compiuto minimo tredici anni di età in possesso di licenza Miniyoung/Minicross/Senior), 1 pilota classe OVER 40 Open (piloti nati prima del 01/01/1972 in possesso di Licenza Fuoristrada); sono escluse le licenze Elite, questo per rimarcare la possibilità di riservare tale manifestazione agli atleti regionali, dedicando loro una giornata “di festa”, dove lo spirito di gruppo rimarca ancor più la passione per lo sport praticato.

Trofeo delle Regioni Motocross 2013
Trofeo delle Regioni Motocross 2013
Trofeo delle Regioni Motocross 2013
Trofeo delle Regioni Motocross 2013
Trofeo delle Regioni Motocross 2013

";i:2;s:2028:"

Programma


Il programma prevede, sabato pomeriggio, la presa visione del tracciato con le prove ufficiali e a seguire le qualificazioni, domenica mattina il warm up e nel pomeriggio le manche decisive con la suddivisione per ogni classe. Come sempre, prima delle gare pomeridiane la grande sfilata di tutte le regioni che con piloti ed accompagnatori faranno bella mostra sul rettilineo di partenza del Santa Barbara.

Molte le regioni che prenderanno parte alla manifestazione, assenti il Veneto, il Friuli Venezia Giulia, il Molise e la Calabria. Quest'anno correre in casa della regione che si aggiudicò lo scettro lo scorso anno sarà impresa ardua per tutti ma sulla carta sono diverse le compagini che possono ambire alla vittoria e il fattore campo condizionerà un po', ma non più di tanto, il risultato finale.

Sabato 21
09:00 - 11:00 Operazioni preliminari (tutte le categorie)
11:15 - Briefing con i Delegati
13:30 – 13:50 Prove Ufficiali MX1 (20 minuti)
13:55 – 14:15 Prove Ufficiali MX2 (20 minuti)
14:20 – 14:40 Prove Ufficiali 125 (20 minuti)
14:45 – 15:05 Prove Ufficiali Over 40 (20 minuti)
15:30 – 15:50 Qualificazioni MX1 (20 minuti)
15:55 – 16:15 Qualificazioni MX2 (20 minuti)
16:20 – 16:40 Qualificazioni 125 (20 minuti)
16.45 – 17:05 Qualificazioni Over 40 (20 minuti)
17:30 - Briefing con i piloti

Domenica 22
08:30 – 08:40 Warm up MX1 (10 minuti)
08:45 - 08:55 Warm up MX2 (10 minuti)
09:25 – 09:35 Warm up 125 (10 minuti)
09:40 - 09:50 Warm up Over 40 (10 minuti)
10:00 - Presentazione delle squadre
Chiusura P.P. - Part. Gara
11:35 – 11:45 1a corsa MX1 (20' + 2 giri)
12:15 - 12:25 1a corsa MX2 (20' + 2 giri)
12:55 – 13:05 1a corsa 125 (20' + 2 giri)
13:35 - 13:45 1a corsa Over 40 (20' + 2 giri)
16:15 – 16:25 2a corsa MX1 (20' + 2 giri)
16:55 - 17.05 2a corsa MX2 (20' + 2 giri)
17:35 – 17:45 2a corsa 125 (20' + 2 giri)
18:15 - 18:25 2a corsa Over 40 (20' + 2 giri)
19:15 - Premiazione

";i:3;s:3293:"

Squadre


Trofeo delle Regioni Motocross 2013

Parlando delle squadre presenti, partendo in ordine alla classifica della passata edizione, vediamo la Toscana ben assortita nelle due compagini, soprattutto la squadra A con Laurenzi, Cucini, Isdraele e l'esperto Bandini, pronta a difendere lo scettro conquistato la scorsa stagione; la squadra B non è da meno con Fontani, Manzoni, Iacopi e Occhiolini. La Toscana, vincente lo scorso anno, giocando in casa si sente molto motivata e di sicuro sarà la squadra da battere. Le Marche, vincitrice della prima edizione, non ha digerito la sconfitta in casa nel 2012. La squadra A delle Marche è davvero forte sulla carta con Amadio, Ruzzi, Della Mora e Goffredi; non da meno la squadra B con Barattini, Pedica, Cenerelli e Giache'.

La Lombardia sta suscitando un po' di stupore perché si presenterà con un’unica squadra composta da Barbieri, Deghi, Cislaghi e Canella, un’ottima compagine, ma è l'Emilia Romagna che si presenterà molto favorita: la squadra A vedrà la presenza di Filippo Debbi, Toccaceli, Bersanelli e Fusconi e la B con Faccioli, Sozzi, Furlotti e Vaccari; Massimiliano Ragazzi è il responsabile e selezionatore e questa volta è deciso, con i suoi uomini, a dare battaglia. Anche il Piemonte si è iscritta con una sola squadra molto bene assortita con Gobbi, Tabone, Ravera e Moretto.

L'Umbria è presente con due squadre: la A con Bazzucchi, Zaccaro, Lucaroni e Neri; mentre la B vede Terenzi, Polidori, Bononsegni. La Provincia Autonoma di Bolzano vede al via due squadre tra cui, nella A, spicca il nome di un gradito ritorno Alois Niedermayer, sempre qui vi fanno parte anche Malfertheiner, Thurnere Andreis, mentre nella B Plattner, Flarer, Vaja e Perkmann. Due squadre anche per la Puglia con la A ben assortita: Capurso, Di Bari, Schito e Sallicati, la B con Marsellia, Guarini e Masciullo. Il Lazio presenta due squadre con Furbetta, Luca Milani, Pieri e Di Domenicantonio nella A, nella B Lentini, De Santis, Dal Bo e Torelli. Una compagine per la Delegazione di Trento con Tomasi, Delladdio, Gottardi e Pedrolli.

Abruzzo con due squadre: la A, molto competitiva, con Carratelli, Fabbri, Ricciutelli e Astolfi, la B con Di Leonardo, Marchetti, Tortora e Gismondi. Campania anch’essa con due squadre: la A con Fascelli, Dandolo, Galdi e Sorrentino, la B con Angelone, Memoli e Coda. Nella squadra A della Sicilia ci sono Caruso, D'Angelo, Di Nardo e Lombardo, nella B Runcio, Randarai, Imperiale e Parisi. La Sardegna si presenta con una unica squadra composta da Canu, Loru, Asole e Locci. Due squadre anche per la Basilicata: la A con Coviello, Gallitelli e Gnoni, la B con Pietracesa, Barbato e Brancati. Infine la Liguria, che l'anno scorso non ha partecipato, ritorna con due compagini molto ben assortite: la A con Robotti, Deluca, Smeraldo e Armellino, la B con Rebora, Parodi, Rollero e Viglino.

A contorno del Trofeo delle Regioni il Moto Club Pellicorse ha inserito anche una gara Interregionale Open aperta a 40 piloti.";}}

  • shares
  • Mail