MotoGP: Valentino Rossi contento del set-up elaborato nei test di Jerez, "ma siamo arrivati in ritardo"

MotoGP 2010 - Jerez - 2a parte

Valentino Rossi è arrivato terzo sul circuito di Jerez de la Frontera. Una prestazione sotto il suo standard, considerando il feeling particolare con questo circuito e una prima gara di campionato vinta da vero protagonista. La spalla dolorante, ha avuto un importanza marginale nel condizionamento delle sue performance, che non sono state eccellenti soprattutto a causa di un set-up sbagliato.

Nei test di ieri, Valentino ha lavorato molto sulla sua M1 trovando finalmente il giusto compromesso, e facendo segnare un tempo di quasi tre decimi più basso del suo miglior giro del weekend. Un nuovo motore, più pronto nell'accelerazione ai bassi regimi, ha portato piccole migliorie, da sommare al nuovo assetto che, a detta del dottore, garantisce più grip.

"Abbiamo migliorato il nostro assetto di gara trovando miglior stabilità e grip, finalmente abbiamo trovato il problema, ma troppo tardi per la gara! Abbiamo provato anche una nuova gomma anteriore Bridgestone, davvero buona, e un motore evoluto per favorire l'accelerazione"
. Inoltre, una caduta senza conseguenze non ha creato problemi nel proseguo dei test:

MotoGP 2010 - Jerez - 2a parte
MotoGP 2010 - Jerez - 2a parte
MotoGP 2010 - Jerez - 2a parte
MotoGP 2010 - Jerez - 2a parte

"La nuova gomma è leggermente differente, e ancora non sappiamo se potremo usarla in gara. Ho girato veloce e sono pure caduto, stavo spingendo parecchio e ho perso l'anteriore, per fortuna ero lento, solo 65km/h. Ora dobbiamo riposarci e recuperare la spalla per Le Mans." Sul recupero totale della spalla non abbiamo alcun dubbio. La sua costanza durante tutta la gara in Spagna ha evidenziato come il dolore fosse un elemento marginale, e fino a Le Mans, il 23 maggio, avrà tutto il tempo di rimettersi in forma.

via | Crash.net

  • shares
  • Mail
126 commenti Aggiorna
Ordina: