Al via la 200 miglia alla Daytona Bike Week

Dario Marchetti Ducati 848

Tutto pronto per la 200 miglia della Bike Week di Daytona. Anche Dario Marchetti, dopo i buoni risultati ottenuti nei giorni scorsi, si prepara al gran finale. Il motore di serie che si è dimostarto sufficiente per la Battle of Twins e la Sound of Thunder, ora fatica parecchio.

"Abbiamo fatto un passo avanti nell’ultimo turno, quello in notturna - è il suo commento - ma siamo ancora lontani dai primi. Il problema principale è che manca velocità: nelle prove non sono mai riuscito a sorpassare qualcuno sul dritto, anche i piloti lenti quando aprono il gas mi vanno via. Lavorando sulla forcella abbiamo migliorato il grip e questo mi consente di guidare più aggressivo, resta un po’ di chattering ma è controllabile. Nel warm up proveremo anche una mappatura diversa e un intervento sul cambio che mi ha dato qualche problemino, e poi vedremo".

C’è ancora un jolly da giocare, e sono i rifornimenti. "La mia moto consuma meno delle altre e il regolamento permette un serbatoio con mezzo gallone in più di capienza, penso di poter fare un paio di rifornimenti meno di loro. Visto che nella corsia box c’è un limite di velocità di 50 miglia, ogni sosta costa 50” e sono tanti. Potrebbe essere la chiave...".

È in gara anche un altro italiano, Andrea Padovani, lui pure in sella ad una Ducati 848. Alla prima esperienza a Daytona, è migliorato molto velocemente e nell’ultimo turno è stato bravo a risalire molte posizioni portandosi proprio a metà dello schieramento.

Intanto si sono già corse le prime due gare di campionato americano, combattutissime. La Superbike AMA ha visto una lotta furibonda tra Jake Zemke, Tommy Hayden, fratello del pilota MotoGP Nicky, Larry Pegram, Aaron Yates e Blake Young, finiti nell’ordine. Nella Supersport AMA Cameron Beaubier e Joey Pascarella hanno finito al fotofinish, separati da un solo millesimo di secondo.

I tempi della 200 Miglia
1. Eslick (Suzuki) 1’50”085; 2. Cardenas (Suzuki) 1’50”087; 3. Aquino (Yamaha) 1’50”166; 4. Herrin (Yamaha) 1’50”294; 5. Rapp (Ducati) 1’50”713.

Le classifiche
Superbike AMA 1. manche: 1. Zemke (Suzuki) 15 giri in 24’56”344; 2.Hayden T. (Suzuki) a 0”238; 3. Pegram (Ducati) a 0”259; 4. Yates (Suzuki) a o”291; 5. Young (Suzuki) a 0”307.

Supersport AMA 1. manche: 1. Beaubier (Yamaha) 12 giri in 21’00”664; 2. Pascarella (Yamaha) a 0”001; 3. Gagne (Yamaha) a 0”065; 4. Beach (Yamaha) a 0”247; 5. Puerta (Yamaha) a 0”267.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: