Suzuki Gladius S e R by Oberdan Bezzi

Suzuki Gladius S by Oberdan Bezzi

L'analisi di Oberdan Bezzi sulla 650 di casa Suzuki è decisamente azzeccata: "Che dire di una moto di media cilindrata che va benissimo, ha ottime prestazioni, è praticamente indistruttibile e costa anche relativamente poco rispetto a quello che offre? Che è perfetta? Lo sarebbe, in effetti, se non fosse per il "piccolissimo" particolare che è dotata di un'estetica che definiamo......controversa!"

Ed è proprio questo il motivo per il quale non riesce ad ottenere i risultati dell'ormai mitica SV650, di cui la Gladius ne è naturale evoluzione. Quelle forme tonde, sono troppo tonde e il concetto di moto easy, è troppo easy. Obiboi è intervenuto sull'estetica complicando le linee sulla sua Gladius S, rendendole più tese e caricate verso l'anteriore. Un cupolino inedito propone uno sguardo ingrugnito e il posteriore risulta più filante e aerodinamico.

La cara vecchia SV, ha avuto un discreto successo anche con la mezza carena e i semimanubri, perciò risulta naturale riproporla sotto la sigla R, con un cupolino che ricorda molto il suo predecessore e bene si integra nel nuovo design. L'aggressività che manca alla Gladius standard, non sarebbe male trovarla in una doppia proposta come questa e ci piacerebbe vederla come futura evoluzione della piccola naked di Hamamatsu.

Suzuki Gladius S by Oberdan Bezzi

via | Motosketches

  • shares
  • Mail
52 commenti Aggiorna
Ordina: