Alex Lowes tra presente e futuro, in Superbike?

Alex Lowes a Brno

Abbiamo realizzato una intervista esclusiva ad Alexander Lowes, giovane pilota inglese che corre nel Campionato Superstock 1000 con una MV Agusta F4 del team UnionBike Gimotorsports. Lowes, è arrivato quattordicesimo nell'ultima gara di Brno, sua miglior prestazione della stagione.

D: Allora Alex la metà della stagione è stata appena superata e proprio a Brno hai colto un bel risultato e sei stato velocissimo per tutto il week-end, come ti senti?

R: Sono molto felice del lavoro che abbiamo fatto fino ad ora ed in particolare a Brno. La moto era veloce ed equilibrata, io mi sentivo in forma e motivato, il pacchetto ha funzionato e a Brno è importante che ciò accada perchè il circuito è difficile e molto tecnico, tutto deve funzionare al meglio per essere veloci.

D: In effetti, però, sin dai primi test e nelle prime 5 gare la tua moto e quella del tuo ex compagno di squadra (Davide Giugliano) hanno accusato parecchi problemi tecnici.
R: All’inizio abbiamo avuto qualche problema di troppo ma non siamo stati nemmeno troppo fortunati. Purtroppo questo nelle gare può accadere. Peraltro il Team e la MV Agusta hanno risposto prontamente e anche se i risultati sono stati alterni le prestazioni stanno migliorando da un pò di tempo. Già a Donington siamo stati molto veloci, ma lo eravamo stati, a tratti, anche a Valencia Assen e a Monza. La moto è veloce, nonostante essa sia un progetto ormai datato di circa 6-7 anni, eppure quando tutto funziona al meglio mi consente di stare con i primissimi e di battagliare con moto progettate non più di pochi mesi fa. Questo sta a significare lo straordinario potenziale dei progettisti MV. Posso dire che la F4 è ancora oggi una moto all’avanguardia e commercialmente interessante non credo che vi siano altre moto di 5 - 6 anni fa in grado di ben figurare nell’attuale campionato Superstock 1000.

D: A proposito di compagni di squadra, come è andato il rapporto con Davide Giugliano?
R: Ottimo direi, sia sotto l’aspetto personale che sotto quello sportivo. Lui è velocissimo ed averlo avuto come compagno di squadra, nalla mia stagione di esordio in questa categoria, è stato utile per imparare più velocemente ma è stato anche uno stimolo.

D: Si parla molto e da un pò di tempo di un possibile impegno della MV nel Campionato Mondiale Superbike. Tu che ne pensi?
R: Sono convinto che alla MV Agusta non manchi nulla per competere ad altissimi livelli anche in quel campionato. Se la F4 è ancora oggi una delle migliori moto in circolazione significa che il potenziale tecnico e il know how non è secondo a nessuno.

D: Sembri veramente entusiata della tua esperienza, per il prossimo anno conti di rimanere dove sei?
R: sono entusiasta di lavorare con questo gruppo di tecnici, e sono onorato di rappresentare in qualche modo un marchio prestigioso come Mv Agusta. Al prossimo anno non ci penso proprio, dovrò guadagnarmelo nelle prossime 4 gare che rimangono. Adesso sembra girare tutto per il verso giusto, anche la fortuna, e con questo pacchetto, moto e tecnici, so che posso lottare con i migliori. Se poi decideranno di confermarmi sarò felicissimo di continuare a lavorare con loro e per loro. In Inghilterra gli appassionati MV e i club MV sono molti e mi seguono con grande entusiasmo, mi piacerebbe farli felici.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: