Autovelox Clonati: 80mila multe da annullare in tutta Italia

Autovelox Clonati

Autovelox clonati, comuni imbrogliati, quasi 80mila automobilisti truffati; è questo il risultato della trovata geniale di una azienda produttrice di attrezzature per il rilevamento della velocità. La "Garda segnale srl" non si faceva troppi problemi pur d'incassare i soldi delle multe, manomettendo e clonando decine di apparecchi rilevatori.

Il raggiro è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Sala Consilina (Salerno) che, su ordine della Procuratore Amato Barile, ha eseguito una serie di perquisizioni e sequestri su tutto il territorio nazionale. Nelle mani degli inquirenti sono finiti 50 "Velomax", computer, rilevatori ottici e fotografici, nonché documentazione contabile e amministrativa.

Sarebbero circa 70 i comuni in tutta Italia che ora saranno costretti, molto probabilmente, a restituire qualcosa come 11 milioni e 300 mila euro di sanzioni riscosse con autovelox non autorizzati o contraffatti. Un vero problema soprattutto per i comuni più piccoli. Secondo i finanzieri, la "Garda" dava a macchine irregolari numeri di serie di quelle perfettamente funzionanti.

Alcuni autovelox installati in Calabria potevano avere identico numero di serie di quelli utilizzati in Veneto. Quando gli automobilisti si rivolgevano al Giudice di Pace i "Velomax" risultavano sempre regolari. Nella truffa pare fosse coinvolta anche una società di servizi, che per conto dell'installatore notificava le sanzioni.

via | Asaps

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina: