Michael Coletti wild card al Mugello in Moto3

Dopo la brillante prestazione ottenuta durante la prima e la seconda gara del CIV, Michael Coletti (18 anni di Carrara), esordirà come wild card al GP d’Italia del Mugello in Moto3.

Il diciottenne Michael Coletti di Carrara, pilota del CIV, esordirà al GP d’Italia del Mugello nel Mondiale Moto3, stessa categoria dove ha ottenuto, sempre sul circuito toscano, buoni risultati arrivando prima 6° poi 2° nelle gare del week end del 6 e 7 aprile scorsi.

Una grande opportunità per il pilota di Massa che avrà luogo nello splendido scenario collinare del Mugello Circuit, mecca del motociclismo internazionale progettato negli anni 70 e in seguito rimodernato nella struttura ma mai nel tracciato, da sempre suggestivo, moderno e sicuro: 5245 metri di lunghezza e molti dislivelli, il Mugello è un tracciato che permette ai piloti di sfruttare al massimo le potenzialità delle loro moto, vista la lunghezza del rettilineo principale che misura ben 1141 metri, nonostante sia una pista molto impegnativa a causa delle numerose curve cieche, come le famose Arrabbiata 1 e 2.

Il pilota ha così commentato il suo esordio nel Mondiale e a cui va un nostro personale in bocca al lupo:

"La notizia della wild card è arrivata domenica scorsa, sono ancora emozionato, desideravo tanto andare al mondiale ma lo vedevo ancora un po’ lontano… E' la prima volta per me! Parteciperò a questa gara mondiale dando il massimo, il mio obiettivo è stare li davanti, so che sarà difficilissimo, comunque voglio fare bene! Ora mi sto dedicando ad una buona preparazione fisica perché prima del mondiale c’è il CIV a Vallelunga, per ora le gare del Campionato Italiano sono più importanti, passato il CIV penserò al mondiale per poi ri-proiettarmi di nuovo al campionato italiano. Ora voglio ringraziare tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di questo sogno, sponsor del passato e del presente, ma in particolar modo Mirco Bertelloni di Emmerent un uomo raro e speciale, i miei personal trainer di Heavy Work e FKS e la mia famiglia che ha fatto molti sacrifici per portarmi sin qui."

  • shares
  • Mail