Guintoli festeggia l'arrivo del 4° figlio col primato in classifica

Superbike Aragon - gare

Sentimenti ed emozioni contrapposte nei box del team Aprilia dopo il secondo round del Mondiale Superbike da poco conclusosi ad Aragon: Sylvain Guintoli, festeggia il doppio podio che lo proietta in testa alla classifica generale con 22 punti di vantaggio rispetto a Chaz Davies (BMW), mentre Eugene Laverty si lecca le ferite dopo una domenica nera. Costretto al ritiro per un problema tecnico in gara 1, è subito uscito di scena in gara 2, in seguito a una scivolata dopo la prima curva, mentre era in testa.

Guintoli ora è primo con 85 punti e regala alla casa di Noale il primato nel Mondiale Costruttori con 90 punti, seguiti da BMW (79 punti), Kawasaki (49), Honda (37), Suzuki (35) e Ducati (28). Il francese ha dichiarato, dopo le gare:

“Nella prima gara mi ero preoccupato perché ho fatto veramente tanta fatica, come accaduto durante tutto il weekend. Quella di Aragon è forse la pista più indigesta per me, quindi due secondi posti sono un risultato davvero eccellente. Devo ringraziare il Team Aprilia, gli ingegneri ed il mio capotecnico Aligi Deganello perché grazie a loro sono riuscito a guidare molto meglio in Gara2, le continue modifiche alla RSV4 hanno funzionato a dovere anche se Chaz era davvero impossibile da battere. Vado ad Assen fiducioso, i risultati di oggi sono anche l’occasione perfetta per annunciare il prossimo arrivo del mio quarto figlio!”

Superbike Aragon - gare
Superbike Aragon - gare
Superbike Aragon - gare
Superbike Aragon - gare

Laverty, 3° in classifica con 45 punti non deve disperare, il campionato è lungo e già ad Assen potrà rimettersi in gioco:

“Gara 1 è stata davvero deludente, ero in testa e facevo segnare buoni tempi ma mi ero già accorto che qualcosa non funzionava a dovere sulla moto. Mi sono dovuto fermare ai box, perdendo 6 giri, ma sapevo di potermi rifare in Gara2. La doppia procedura di partenza invece mi ha creato qualche problema, perché ha fatto abbassare la temperatura delle gomme, infatti ho perso prima il posteriore e poi l’anteriore con conseguente scivolata. Non è certo stata la domenica perfetta, ma il campionato è ancora lungo e mi rincuora sapere che avevo le carte in regola, sfortuna permettendo, per puntare anche qui ad un buon risultato”

Dopo le gare il pilota nord-irlandese ha espresso il suo disappunto anche su twitter, senza dimenticare, molto sportivamente, di complimentarsi con il collega Davies per la splendida doppietta


  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: