Custom: Guzzi V50 "Opal" by Rno Cycles

Custom: Guzzi V50 \\

Dopo avervi mostrato la Harley Davidson Sportster "Avanzare" dei giapponesi Asterisk, rimaniamo in tema di Modern Café Racer e passiamo all'olandese Arno Overweel, creatore di Rno Cycles, e alla sua "Opal", una Guzzi V50 del 1982 della quale, anche se riesce difficile crederlo guardando le immagini, rimango molti elementi originali restaurati.

In primis il motore, un bicilindrico da 490 centimetri cubici cui è stato rimosso lo starter, o il telaio stesso che ovviamente ha subito modifiche ma rimane quello prodotto dalla casa di Mandello del Lario, tanto quanto la forcella anteriore e la ruota, sempre anteriore, da 18". Il forcellone è invece completamente artigianale, come il serbatoio e la sella, ed è ben dieci centimetri più lungo rispetto all'originale.

L'intero design della moto, il concept stesso che è alle spalle è di far ruotare tutto attorno al motore: il bicilindrico è il cuore della Opal e tutte le linee portano l'occhio lì, dove Arno vuole che vada. Il telaio è geometria pura, sembra uscito da un manuale di ingegneria: quattro linee ad ingabbiare il motore stesso e a supportare delle carenature che sembrano uscite da un manifesto futurista anni '20, con tanto di "festoni tricolori" dal muso alla coda.

Custom: Guzzi V50 \\
Custom: Guzzi V50 \\
Custom: Guzzi V50 \\
Custom: Guzzi V50 \\

Innegabilmente un'opera d'arte: bisogna tributare ad Arno un notevole gusto estetico e la capacità di far collimare alla perfezione gli elementi originali della moto con un "nude look" modernista che non ci si aspetterebbe da una Guzzi. Da notare, infine, il riuscitissimo connubio tra i cerchi originali e gli pneumatici Michelin Pilot Sporty che donano alla Opal un irresistibile tocco Café Racer.

Custom: Guzzi V50 \\
Custom: Guzzi V50 \\
Custom: Guzzi V50 \\
Custom: Guzzi V50 \\

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: