Yamaha MT-09 2021: prezzi, caratteristiche e disponibilità

Rimanendo assolutamente fedele ai canoni di base, la nuovissima Yamaha MT-09 2021 è una moto con specifiche più elevate, più leggera, più potente e più avanzata in ogni reparto

La moto diventata immediatamente modello iconico di Yamaha, si presenta in una vesta tutta nuova per il 2021: abbiamo visto video e foto scovati sul web, ma adesso la Casa di Iwata la mostra ufficialmente: Yamaha MT-09 2021.

Ha da sempre avuto un design distaccato da quello tradizionale giapponese, perchè l'intento di ingegneri e designer di Yamaha è stato quello di prendere una nuova coraggiosa direzione, ribadendo la posizione di brand innovativo ed entusiasmante all'interno del settore.

Ne è venuto fuori un mezzo capace di ispirare, emozionare e impressionare. Una moto completamente diversa che preannunciava un nuovo inizio, non solo all'interno di Yamaha, ma anche nell'intero mondo del motociclismo. Una moto progettata per essere guidata solo per il brivido di farlo e che potesse infondere una sensazione di appartenenza e un chiaro senso di identità a una nuova generazione di persone che condividono la stessa mentalità.

Più leggera e più potente


Da quando MT-09 è arrivata sul mercato, nel 2013, il mercato delle hypernaked è cresciuto fino a diventare uno dei segmenti più importanti per Yamaha. Questo modello rivoluzionario ha attirato quasi 50.000 clienti europei tra il 2013 e il 2017. Nel 2018 è stato presentato il modello di seconda generazione e, con il nuovo design e con il motore Euro 4, ha assicurato il successo continuo di questo modello iconico.

Rimanendo assolutamente fedele ai canoni di base, la nuovissima MT-09 2021 è una motocicletta con specifiche più elevate, più leggera (189 kg), più potente e più avanzata in ogni reparto.

Il motore


Il fortunato CP3 è stato aggiornato per rispettare le normative Euro 5 vigenti: la cilindrata è stata incrementata a 889 cc aumentando l'alesaggio di 3 mm, gli ulteriori 42 cc influiscono sulla potenza massima di 4 CV, portandola a 119 CV 10.000 giri/min. Tuttavia, il miglioramento più significativo, quello fondamentale per il radicale miglioramento delle prestazioni e il carattere più dinamico della nuova moto, è la coppia più elevata del motore CP3. La coppia massima del nuovo motore è di 93 Nm, mentre la coppia di picco è raggiunta a soli 7000 giri/min, ben 1400 giri/min di meno sulla scala del regime.

Rivista anche la trasmissione, con le prime due marce allungate, la frizione antisaltellamento assistita, per una guida ancora più fluida. Inoltre, alimentazione, aspirazione e scarico sono completamente nuovi, per migliorare l'accelerazione e la coppia, raffinando ulteriormente l'efficenza di combustione.

La ciclistica


L'inedito il telaio a doppia trave in alluminio Deltabox è stato realizzato utilizzando la tecnologia Controlled Filling, utile a fornire alla struttura leggerezza e resistenza: questo ha permesso di avere la sezione di parete più sottile di qualsiasi telaio pressofuso prodotto.

Con le due traverse più grandi che scorrono direttamente dal cannotto di sterzo fino all'articolazione del forcellone per fornire la massima resistenza, il nuovo telaio, il telaietto posteriore e il forcellone in alluminio sono più leggeri di 2,3 kg rispetto alla struttura precedente. A contribuire a rendere il peso ancora più leggero, ci sono i nuovi cerchi a 10 razze Spin Forged, che fanno registrare un peso di 700 gr più leggero rispetto ai vecchi cerchi.

Anche se rimangono le sospensioni KYB della MT-09 attuale, con forcella a steli rovesciati da 41 mm totalmente regolabile e un mono-ammortizzatore regolabile nel precarico e nel ritorno, l'assetto è completamente rivisto. Anche l'impianto frenante rimane quello del precedente modello, con pinze ad attacco radiale a quattro pistoncini e dischi da 298 mm, ma adesso è compreso di pompa radiale Nissin.

Dotazione elettronica


Non mancano le novità nel reparto elettronico: nuova la strumentazione TFT a colori con display da 3,5", più moderna, chiara e precisa. La piattaforma inerziale a 6 assi aiuta la centralina della MT-09 2021 nella gestione degli aiuti alla guida ed è sviluppata sulla base di quella utilizzata sulla supersportiva R1, ma dalle dimensioni e dal peso parecchio ridotti.

Grazie proprio a questa piattaforma, MT-09 può vantare il controllo di impennata, l'ABS cornering, il cambio elettronico anche in scalata, il controllo trazione, regolabile su tre livelli, e quello di derapata.

Design


Denominato da Yamaha Coverless, il design ha stravolto le sembianze della hypernaked di Iwata: la carenatura è ridotta al minimo, lasciando intravedere praticamente ogni singolo dettaglio. Il parafango anteriore compatto e il faro minimalista sono gli unici altri elementi della scocca di questo telaio muscoloso e nudo, e ne evidenziano un look cattivo e puro. La sella è dritta e termina sulla coda a punta, senza nessun pannello laterale a fare da cornice.

Colori e disponibilità


La nuova MT-09 sarà disponibile in tre colori: Storm Fluo, Icon Blue e Tech Black. Le consegne ai concessionari Yamaha inizieranno a partire da marzo 2021, al prezzo di 9.749 euro chiavi in mano (ossia 500 euro in più al modello che sostituisce).

  • shares
  • Mail