Yamaha R1 "Piro Replica"

La casa di Iwata rende omaggio all'indimenticato Fabrizio Pirovano durante l'ultimo weekend del Mondiale Superbike 2020 a L'Estoril

In occasione del round de L'Estoril dell'ultimo fine settimana, appuntamento di chiusura del Mondiale Superbike 2020, Yamaha ha dedicato un particolare tributo al "Re di Monza" Fabrizio Pirovano, scomparso campione brianzolo che, 27 anni fa, conquistò proprio sul tracciato portoghese la sua ultima vittoria nel massimo campionato per "derivate dalla serie".

Anche in quel lontano 1993 il circuito lusitano fu sede dell'atto finale della stagione, con l'indimenticato "Piro" che sotto la pioggia conquistò in Gara-1 la sua decima vittoria in SBK in sella alla YZF 750 SP del team BYRD (Belgarda Yamaha Racing Division). Sul podio con lui salirono Piergiorgio Bontempi e Aaron Slight, entrambi piloti Kawasaki all'epoca, mentre il Campione di quell'anno fu Scott Russell, sempre su Kawasaki.

Riprendendo i colori di quella livrea, numero "5" incluso, Yamaha Motor Europe ha portato a L'Estoril la Yamaha R1 2020 "Piro Replica", poi fatta sfilare prima di Gara-2 dall'ex-iridato della 125 cc e pilota SBK Alessandro Gramigni, che era amico personale dell'asso di Biassono. Grafiche a parte, la moto non presenta comunque modifiche rispetto alla YZF-R1 standard.

Terminato il weekend di gare, la moto sarà ora messa all'asta on-line su E-bay con il ricavato che andrà alla Fondazione Oncologia Niguarda Onlus, iniziativa sostenuta dalla famiglia Pirovano che ha partecipato anche all'evento di presentazione in Portogallo. Il 2-volte-iridato della Supersport si ritirò nel 2006 per poi arrendersi nel 2016 alla sua lunga battaglia contro un male incurabile.

  • shares
  • Mail