Honda Integra 750 MY 2016

Honda ha presentato il nuovo Model Year 2016 del suo maxi-scooter Integra 750 al Salone EICMA di Milano: immagini e dettagli

Dopo il debutto sul mercato a fine 2012 con cilindrata di 700cc e il restyling del 2014 con l’aumento di cubatura a 750cc, l'Honda Integra si ripresenta sotto nuove spoglie al Salone EICMA 2015 di Milano per quello che è il nuovo rinnovamento in vista del 2016. Il maxi-scooter di casa Honda cerca di diventare più affascinante e sofisticato grazie a una serie di aggiornamenti all’estetica, alle dotazioni e all’elettronica di bordo, armi con le quali proverà ad allargare la sua già rispettabile quota di mercato.

I principali aggiornamenti riguardano i gruppi ottici a LED, la forcella Showa con ‘Dual Bending Valve’ e la strumentazione LCD a retroilluminazione negativa con opzioni cromatiche personalizzate. Il cambio a doppia frizione Honda DCT (Dual Clutch Transmission) prevede ora la modalità S (Sport) a 3 livelli e una gestione elettronica delle due frizioni ancora più raffinata, sia nelle modalità automatiche D (Drive) ed S (Sport) che in modalità manuale MT (Manuale), per cui è stata poi introdotta la possibilità di scalare a un regime di giri più alto per chi ama assecondare il “freno motore”.

integra-eicma.jpg

Il motore, sempre un bicilindrico parallelo frontemarcia a corsa lunga da 750 cc, è omologato Euro4 e dotato di nuovo terminale di scarico compatto, che Honda dichiara fornire un sound più 'cupo e profondo'. Alle opzioni cromatiche standard si aggiungono le due dedicate alla versione ‘Integra S’, con finitura metallizzata.

Tra gli accessori originali Honda disponibili per l'Integra 2016 segnaliamo il portapacchi posteriore con top box da 45 litri (se non previsto di serie), le valigie laterali da 29 litri, le relative borse interne, i deflettori aerodinamici per i fianchi dello scudo e le manopole riscaldabili su 5 livelli.

Honda Integra 750 MY 2016 - Design

16YM Integra

Alla base del design del nuovo Integra c'è la filosofia "Sensual Performance", che ha portato all'adozione di un compatto gruppo ottico anteriore a LED incorniciato delle luci di posizione. La luce posteriore, anch’essa a LED, è ora montata all’estremità del codino e crea una vista posteriore dinamica grazie anche all'inedito silenziatore.

La nuova strumentazione è dotata di display LCD a retroilluminazione negativa e comprende come sempre anche il trip computer per i consumi oltre all’indicatore della marcia inserita e delle modalità del cambio DCT. Tra le novità anche la possibilità di scegliere la colorazione delle barre del contagiri, a scelta tra 9 tonalità in totale. E' inoltre possibile cambiare l’illuminazione in base alla marcia inserita, al regime di giri o alla modalità del cambio attiva.

16YM Integra

Sul nuovo Integra, la chiave di contatto con HISS (Honda Ignition Security System) è del nuovo tipo ‘wave’, più compatta e resistente. Da notare anche gli inserti in acciaio sulle lunghe pedane poggiapiedi del pilota.

Cinque le colorazioni: 'Pearl Glare White', 'Matt Bullet Silver', 'Matt Gunpowder Metallic', 'Matt Alpha Silver Metallic' (Integra S) e 'Matt Majestic Silver Metallic' (Integra S). Per le due opzioni cromatiche, Honda ha utilizzato per la prima volta una nuova finitura metallizzata con sfumature brillanti allineate in parallelo: si differenzia della vernice metallizzata standard in quanto crea una superficie uniforme, con un elevato contrasto dai riflessi a seconda dell'angolazione. Inoltre Integra S presenta grafiche sportive, stickers sui cerchi ruota e una finitura superficiale più raffinata per la carenatura del motore.

Honda Integra 750 MY 2016 - Motore

16YM Integra

Il propulsore del nuovo Integra è un bicilindrico parallelo a ‘corsa lunga’ che non cambia architettura rispetto alla versione uscente del modello ma guadagna l’omologazione Euro4 (emissioni di CO2 pari a 81g/km), ottenuta anche con l’adozione di un nuovo catalizzatore a doppio strato. Immutati quindi i valori di potenza e coppia, pari a 55CV a 6.250 giri/min e 68 Nm a 4.750 giri/min.

L’alimentazione a iniezione elettronica è del tipo Honda PGM-FI e contribuisce all’efficienza dei consumi (28,6 km/l nel ciclo medio WMTC) che, con il serbatoio sottosella da 14,1 litri, determina un’autonomia totale superiore ai 400 km. Il motore da 745cc di Integra è caratterizzato dal manovellismo dell’albero motore a 270°. Per ridurre al minimo le vibrazioni è dotato di due contralberi di bilanciamento, che rendono la guida sempre piacevole e confortevole.

Il fiore all'occhiello del modello è sempre il cambio Honda DCT a due frizioni coassiali: una per le partenze e le marce dispari, quindi per la 1a, la 3a e la 5a marcia, l'altra per le marce pari, quindi la 2a, la 4a e la 6a marcia. I due alberi sono concentrici, quindi l’ingombro è esattamente identico a quello di un cambio tradizionale, il che rende possibile usare gli stessi carter motore senza alcuna modifica ad altri componenti del motore.

16YM Integra

Il sistema DCT è dotato di due modalità automatiche AT e della modalità MT per cambi marcia manuali, con palette al manubrio. La modalità D (Drive) automatica è la più adatta per la guida rilassata, in autostrada e per la massima efficienza dei consumi. La modalità S (Sport) prevede passaggi alle marce superiori e inferiori a un regime più elevato rispetto alla modalità D, per garantire un feeling di guida più sportivo. Per il 2016 la modalità S è stata ulteriormente perfezionata e offre oggi impostazioni su 3 livelli, indicate da un numero crescente di barre visualizzate insieme all’indicazione “S” sul display. Il livello “S2” (due barre) è intermedio e corrisponde alla modalità S (Sport) conosciuta fino ad oggi. Il livello “S3” (tre barre) è ancora più sportivo e fa ‘girare alto’ il motore a qualsiasi andatura Inoltre, sia in modalità D che nelle tre modalità S, è sempre possibile un immediato intervento manuale se ritenuto necessario dal pilota: è sufficiente agire sulle palette al manubrio della modalità MT.

Su Integra 2016 il cambio DCT guadagna l’Adaptive Clutch Capability Control, un sofisticato sistema di gestione delle due frizioni che, negli apri-chiudi con il comando del gas, riduce la quantità di coppia trasmessa alla ruota per rendere più fluida la guida, soprattutto a bassa velocità. Inoltre, dopo l’avviamento, anche a motore freddo, è ora più veloce il tempo di operatività del tasto di inserimento marcia N‑D. Tra le novità anche un sensore di pendenza che, nelle modalità automatiche, permette al motore di sfruttare al meglio ogni singola marcia mantenendo inserito il rapporto più adeguato alla salita o alla discesa che si sta percorrendo.

Honda Integra 750 MY 2016 - Ciclistica

16YM Integra

Il telaio del nuovo Integra è in acciaio con struttura a diamante. Le misure geometriche fondamentali prevedono l'inclinazione del cannotto di sterzo impostata su 27°, un’avancorsa di 110 mm e un interasse di 1.525 mm, con una equilibratissima distribuzione dei pesi (238 kg con il pieno di benzina) anteriore/posteriore del 50/50%.

Novità per le sospensioni, con la forcella Showa da 41 mm ed escursione di 120mm che ora è dotata del sistema ‘Dual Bending Valve’, con caratteristiche di compressione ed estensione ottimizzate. Ciò permette la generazione di una forza ammortizzante proporzionale alla velocità del pistone interno, fin dalle basse velocità di escursione, migliorando le qualità di guida e il comfort. Anche il monoammortizzatore ha un’escursione di 120mm ed è ora dotato di una regolazione facilitata del precarico molla. Il forcellone in alluminio è come sempre dotato di leveraggio Pro-Link.

16YM Integra

Passando all'impianto frenante, con ABS di serie, registriamo la presenza dei dischi con profilo a margherita, l’anteriore da 320 mm e pinza a due pistoncini, e il posteriore da 240 mm con pinza a singolo pistoncino. Entrambe le leve al manubrio sono regolabili su 6 posizioni nella distanza dalle manopole per adattarsi perfettamente ad ogni preferenza del pilota.

Piuttosto accattivanti i cerchi da 17 pollici a razze sdoppiate, che calzano pneumatici sport‑touring nelle misure 120/70 ZR17 e 160/60 ZR17. Un’altra piccola novità è rappresentata dalle valvole a “L” per facilitare la regolazione della pressione di gonfiaggio.

Honda Integra 750 MY 2016 - Scheda Tecnica

16YM Integra

PROPULSORE
Tipo: Bicilindrico parallelo, 8 valvole SOHC, raffreddato a liquido, Euro4
Cilindrata: 745 cc
Alesaggio x corsa: 77 x 80 mm
Rapporto di compressione: 10.7 : 1
Potenza massima :40.3 kW (55 CV) / 6.250 giri/min
Coppia massima: 68 Nm a 4.750 giri/min
Capacità olio: 4,1 litri

ALIMENTAZIONE
Tipo: Iniezione elettronica PGM-FI
Capacità serbatoio carburante: 14,1 litri
Consumi: 28,6 km/l (ciclo medio WMTC)

IMPIANTO ELETTRICO
Avviamento: Elettrico
Capacità batteria: 12 V / 11.2 Ah
Potenza alternatore: 448 W / 5000 giri/min

TRASMISSIONE
Frizione: Multidisco, doppia, in bagno d’olio
Tipo di cambio: DCT a 6 marce, con modalità automatica AT (D, S1, S2, S3) e modalità manuale MT
Trasmissione finale: Catena

TELAIO
Configurazione: A diamante in tubi di acciaio

CICLISTICA
Dimensioni (LxLxA): 2.215 x 810 x 1.440mm
Interasse: 1.525 mm
Inclinazione cannotto di sterzo: 27°
Avancorsa: 110 mm
Altezza della sella: 790 mm
Altezza da terra: 135 mm
Peso in ordine di marcia: 238 kg (con pieno di benzina)

SOSPENSIONI
Anteriore: Forcella telescopica da 41 mm con ‘Dual Bend Valve’, escursione 120 mm
Posteriore: Monoammortizzatore con Pro-Link, escursione 120 mm, regolabile nel precarico molla

RUOTE
Anteriore: in alluminio pressofuso a 10 razze
Posteriore: in alluminio pressofuso a 10 razze

CERCHI
Anteriore: 17M/C x MT3.50
Posteriore: 17M/C x MT4.50

PNEUMATICI
Anteriore: 120/70ZR17M/C (58W)
Posteriore: 160/60ZR17M/C (69W)

FRENI
Tipo: ABS a 2 canali
Anteriore: Disco wave da 320 mm, pinza a 2 pistoncini, pastiglie in metallo sinterizzato
Posteriore: Disco wave da 240 mm, pinza a pistoncino singolo, pastiglie in resina stampata

STRUMENTAZIONE E LUCI
Sturmentazione: LCD a retroilluminazione negativa e con opzioni di colore, tachimetro numerico, contagiri digitale a barre, orologio, Indicatore livello carburante, contachilometri con 2 parziali, indicatore marcia inserita, indicatore modalità cambio DCT, trip computer, spia temperatura liquido di raffreddamento

Sistema di sicurezza: HISS
Faro anteriore: A LED
Faro posteriore: A LED

Honda Integra 750 MY 2016 - Anteprima

Insieme alla nuova NC750S DCT MY 2016 Honda anticipa anche il nuovo Integra 750 MY 2016, unico maxi-scooter con cambio DCT a 6 marce e ruote da 17” che si presenta per il 2016 con dotazioni e tecnologia ancora più all’avanguardia.

Honda Integra 750 MY 2016 ha una ciclistica da moto – in comune con i modelli della gamma NC – ed è spinto dal motore bicilindrico parallelo a 'corsa lunga' con cambio DCT (Dual Clutch Transmission) a 6 rapporti e consumi super efficienti. Moltissime le novità introdotte sul modello MY 2016:

• Luci a LED anteriori e posteriori;
• Nuova forcella Showa con ‘Dual Bending Valves’ dalla risposta più lineare;
• Nuova strumentazione a colorazione della retroilluminazione negativa personalizzata;
• Nuovo terminale si scarico compatto e dal sound più profondo;
• Nuovo software del cambio DCT con modalità S (Sport) a 3 livelli e con memoria;
• Omologazione Euro4.

Il nuovo Honda Integra 750 sarà esposto dal 17 al 22 novembre ad EICMA 2015, Salone moto di Milano, al padiglione 22 presso il grande stand Honda Motor Europe.

  • shares
  • Mail