Vespa Polini Oro 23 Carati: il nostro test su strada

Se quella che vedete vi sembra una "normale" vernicaiatura dorata...vi state sbagliando! Sono ben 500 foglie d'oro applicate manualmente da un esperto sulla carrozzeria di una 50 Special. E il motore? Il meglio del meglio by Polini. Il prezzo? 42.000 euro. E si, è un pezzo esclusivo da salotto!

Testo di Mauro Crinella

Tra i pezzi più esclusivi esposti al Salone EICMA di Milano 2014, risaltava sicuramente la stranissima e curiosa 50 Special tutta dorata esposta presso lo stand Polini. Qualche giorno prima, il comunicato stampa ufficiale del brand Bergamasco che annunciava la produzione di questo nuovo e rarissimo esemplare di 50 Special.

Si chiama Vespa Polini Oro 23 Carati, e già dal nome possiamo tranquillamente dedurre che la sua livrea non è caratterizzata da una semplice (e pacchiana) vernice dorata ma bensì da una'esclusiva superficie interamente rivestita con 500 foglie di oro zecchino 23 carati, tutte posizionate manualmente da mani espertissime.

Ma il vero gioiello non è solo la carrozzeria: tra le due caratteristiche pance del Vespino romba un blocco motore con gruppo termico Polini da 130 cc, il tutto accompagnato dalla componentistica al top presente all'interno del catalogo Polini.

Veniamo poi ad alcuni "dettagli burocratici" che non possono essere tralasciati: tanta esclusività non è certo pensata per le tasche di chiunque. Per avere nel box (forse meglio in salotto) la Vespa Polini Oro 23 Carati bisogna innanzitutto ordinarla, poi firmare un assegno di 42.000 euro e poi aspettare 4 mesi per poter montare in sella al "biondo metallo motorizzato".

La Guida su strada: un amarcord...di lusso!

Al primo colpo d’occhio, sembra un giocattolo o un oggetto kitsch di qualche mostra anni 80, ma quando il tecnico da un leggero colpo col piede sulla pedivella dell’avviamento, ogni dubbio svanisce. Quel suono quasi dimenticato dei motori 2 tempi, unito alla contemporanea sbuffata di fumo bianco, ci riportano alla realtà.

Il giocattolo si è animato e la mia attenzione si sposta immediatamente sulla corposità del rombo e dell’attimo tra una sgasata e l’altra, durante le quali puoi percepire distintamente il susseguirsi dei cicli di scoppio della miscela. Fantastico! E ti accorgi subito che la targa da ciclomotore nasconde invece un motore ben più muscoloso del 48cc che dovrebbe essere.

In strade temporaneamente chiuse al traffico, l’azienda Polini ci ha permesso di testare questo particolare, insolito e inusuale oggetto d’arte, completamente rivestito di lamine d’oro incollate pazientemente da mani esperte, che normalmente ricoprono e restaurano statue, antiche cornici e stanze da letto di facoltosi emiri arabi. Successivamente uno spesso strato di vernice trasparente ha fissato il delicato film per permettere al grande pubblico dell'EICMA di poter ammirare questa “discussa” Vespa.

Non appena arrivato il mio turno, incurante della leggera pioggia che scendeva a bagnare il pavè di Alzano Lombardo ho ruotato la manopola della frizione verso l’alto (mossa che non facevo da anni) ricordandomi di dare un po’ di gas per non far spegnere lo scoppiettante motore e poi via, con una progressione mai provata in una Vespa, che mi ha permesso di sentire sollevarsi la ruota anteriore al rilascio della seconda marcia!

Questi 130cc sono formidabili ed io, abituato a lunghi viaggi per il mondo in sella al mio pesante bicilindrico 1200cc, non ho rimpianto la robustezza, comfort ed affidabilità del mio mezzo, se comparato alla leggerezza, rapidità e tenuta di questo oggetto sbrilluccicante! Mai sarei entrato in curva sul pavè bagnato con una simile disinvoltura con un qualsiasi altro mezzo a due ruote.

Se a questo divertente (ma non omologato per l'utilizzo su strada) uniamo un prezioso maquillage di oro da 23 carati, otteniamo un esemplare unico di Vespa 130cc che è stato proposto in vendita ad un emiro arabo alla modica cifra di 42.000 Euro! Rischioso lasciarla parcheggiata in strada, anche se in molti la confonderebbero con una “normale” verniciatura color oro.

L'esemplare che abbiamo provato non correrà mai questo rischio, perché a test concluso è tornato all'interno del Museo Polini, insieme ad altri scooter e piccole moto da competizione appartenenti alla prestigiosa collezione del brand bergamasco.

La Tecnica: tecnologie moderne per un pezzo di storia

Come abbiamo detto, questa lussuosa Vespa non vanta solo una preziosissima carrozzeria. Il suo cuore pulsante (tutto equipaggiato wsclusivamente con pezzi Polini) è infatti il risultato di anni di ricerca e sviluppo portati avanti dagli ingegneri Polini. L'originale e storico blocco motore Piaggio è stato "pompato" come si deve per rendere ancora più esclusiva questa Vespa.

Il gruppo termico da 130 cc raffreddato a liquido viene alimentato da un carburatore Polini CP da 24 mm, con collettore di aspirazione lamellare, impianto di scarico per Vespa Primavera, albero motore anticipato, frizione racing a doppia molla, rapporto primario Z=27-69 e accensione digitale con impianto luci 12 Volt.

Caratteristiche Tecniche Vespa Polini Oro 23 Carati

• Vespa Special 50cc. modificata con trasformazione 130cc.
• documenti dello scooter originali
• Carrozzeria ricoperta con fogli d’oro zecchino 23K
• Specchietto retrovisore
• Profili cromati
• Cilindro Polini con alesaggio 57 mm.
• Collettore aspirazione Polini
• Carburatore CP 24 mm. Polini
• Accensione cono 20 mm. Polini
• Albero motore Evolution Polini cono 20 mm.
• Impianto scarico Polini Omologato
• Primaria allungata Polini 23/63
• Kit frizione doppia molla racing Polini
• Kit revisione albero motore Polini cono 20 mm.
• Mozzo frizione Polini
• Ceppi freno Polini
• Misurino olio per miscela
• Tappeto antigraffio per scudo della pedana poggiapiedi
• Box alluminio
• Certificato Polini di autenticità

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: